Guns n’ Roses, ufficiale la reunion e il nuovo disco: in studio entro il 2020

Notizia folgorante per le decine di milioni di fan del vecchio hair metal sparsi in giro per il mondo: i Guns ‘N Roses sono ufficialmente di nuovo in pista. Non, come in occasione dell’ultimo Chinese Democracy del 2008, in versione ridotta o incompleta. Il lavoro, che uscirà il prossimo anno, vedrà il cuore storico della band (Axl Rose, Duff McKagan e Slash) di nuovo insieme in studio, a coronare un percorso di riavvicinamento che negli ultimi  anni ha spesso visto la band calcare i palchi di mezzo mondo. La conferma è arrivata proprio dal chitarrista, secondo il quale lo storico rientro in studio e futuro nuovo album potrebbe vedere la luce già entro la fine dell’anno.

A quasi trent’anni dagli ultimi inediti, i Guns ‘N Roses torneranno in studio in versione completa. Il nuovo disco  sarà registrato quest’anno

Impegnato attualmente con i live insieme alla band di supporto dei Cospirators, Slash ha  discusso dell’imminente ritorno in studio con i compagni dei Guns ‘N Roses. Una possibilità che appariva assurda fino a pochi anni fa, e che adesso sembra proprio destinata a prendere quota. “Il mio tour finirà a metà agosto“, ha spiegato il chitarrista anticipando il progetto. “Quindi già in autunno sarà del tutto liberò, e inizieremo a registrare con i Guns“. Ci vorrà dunque ancora un minimo di pazienza, nonostante in molti fossero convinti che la preparazione fosse già partita. “Non siamo ancora in studio”, chiarisce ancora Slash, “non abbiamo ancora iniziato le sessioni. Ma una  volta che terminerò il tour con i Cospirators, avrò pronto del materiale nuovo per andare a registrare. Una notizia questa che è già sufficiente a mandare in paranoia metà dei nostalgici del vecchio hard rock. Non che per il momento ci sia molto di cui discutere. Alla domanda su come suonerà il nuovo disco dei Guns ‘N Roses, il chitarrista è perentorio: “Non ho nessuna fucking idea“.

Malore per Axl Rose dei Guns ‘N Roses: ristabilito il cantante

Ad Abu Dhabi, i Guns N’ Roses hanno chiuso in anticipo il loro concerto. La terzultima data della loro tournée, ha visto Axl, Slash e compagni esibirsi nella capitale degli Emirati Arabi Uniti, nonostante i problemi di salute del cantante che hanno portato la band a dimezzare la scaletta, chiudendo il concerto prima del previsto. I fan, nonostante le spiegazioni date dal gruppo però non hanno apprezzato questo cambio di programma e anzi hanno criticato la band sui vari social.

I Guns N’ Roses, alla fine dell’esibizione, hanno subito informato il pubblico scrivendo un post: “Grazie Abu Dhabi! Axl ha fatto un miracolo... Stava veramente male e ha fatto una cosa che non avevo mai visto in quarant’anni di carriera”, ha scritto Duff McKagan. “Axl era gravemente malato. Ma voi tutti siete stati di grande sostegno”, ha aggiunto invece Slash. Ma nonostante ciò numerosi fan hanno attaccato la band.

Adesso il cantante si è prontamente ristabilito e ripreso, consentendo alla band di tornare sul palco per il concerto del 29 novembre a Johannesburg, in Sudafrica. E’ stato il penultimo del “Not in this lifetime tour”, terminato l’8 dicembre a Honolulu, nelle Hawaii: “Sono convinto che torneremo”, aveva detto il cantante.

 

Comments

comments