"
MondoNewsPrimo piano

Shock a Seattle, gru crolla su campus Google e in strada: quattro morti

Tragedia a Seattle, negli Stati Uniti. Una gigantesca gru utilizzata nella realizzazione di un futuro campus di Google è crollata e si è abbattuta sull’edificio e su un incrocio stradale. Quattro persone sono morte, tre sono rimaste ferite. A riferirlo autorità e media locali. Il crollo della gru si è verificato nel quartiere di South Lake Union, a Seattle, poco dopo le 15.30, ora locale, schiacciando cinque macchine e danneggiando un sesto veicolo all’incrocio tra Fairview Avenue North e Mercer Street.

Tre uomini e una donna sono rimasti uccisi. Due dei morti stavano operando sulla gru. Le altre due vittime erano sui veicoli. A confermarlo i vigili del fuoco in un comunicato pubblicato online. Quattro altre persone sono state subito soccorse e tre di loro – un uomo di 27 anni, una donna di 25 anni e una bambina di 4 mesi – sono stati portati in ospedale con ferite non gravi.

La causa del crollo della gru è al centro di un’indagine del Dipartimento del lavoro e dell’industria dello Stato di Washington. I media locali, tra cui il Seattle Times, hanno riferito che la gru stava operando sul cantiere di un nuovo complesso multi-edificio in costruzione per Google.

Il testimone oculare Esther Nelson, assistente di ricerca biotech che lavorava in un edificio vicino, ha detto al Seattle Times di aver visto improvvisamente crollare la gru mentre era alla finestra nella caffetteria interna. “È stato terrificante”, ha detto al giornale. “Ho alzato lo sguardo, il vento soffiava davvero forte”. Ha aggiunto che la gru era alta circa otto o nove piani e sembrava essersi rotta a metà. “La metà stava volando da un lato sull’edificio,” ha detto. “L’altra metà è caduta per strada, attraversando entrambe le corsie di traffico.”

 

Photo credits: Twitter

Domenico Coviello

Attualità, Politica ed Esteri

Professionista dal 2002 è Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze. Come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione web de La Nazione, Il Giorno e Il Resto del Carlino, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a City, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli. Un passaggio alla Gazzetta dello Sport a Roma, e al desk del Corriere Fiorentino, il dorso toscano del Corriere della Sera, poi di nuovo sul sito di web news FirenzePost. Ha collaborato a Vanity Fair. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma.

Back to top button
Privacy