"
News

Consigliere di Casapound nel Viterbese arrestato con l’accusa di stupro di gruppo su una donna

AGGIORNAMENTO ORE 15:53 – Il vicepremier Matteo Salvini e CasaPound tornano a chiedere la castrazione chimica per pedofili e stupratori. Intervenendo sul caso del consigliere del gruppo di estrema destra arrestato per violenza sessuale, il leader della Lega ha affermato: “La galera non basta, chiederemo l’immediata discussione della nostra proposta di legge“. “Auspico pene durissime come per ogni altro infame stupratore”, ha detto il segretario di CasaPound, Simone Di Stefano. CasaPound ha espulso i due militanti.

Un consigliere comunale eletto con Casapound a Vallerano, un comune in provincia di Viterbo, F. C., è stato arrestato per violenza sessuale di gruppo, insieme a un altro giovane, su una donna di 36 anni. La notizia è riportata online dall’Ansa.

I due uomini avrebbero commesso gli abusi in un circolo privato a Viterbo di cui avevano la disponibilità esclusiva. La Polizia di Viterbo ha eseguito due ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di due giovani.

La vicenda risale ad una quindicina di giorni fa: secondo le accuse, il ragazzo, assieme al complice poco più giovane di lui, avrebbe abusato della donna dopo averla fatta ubriacare.

“Quanto accaduto a Viterbo è scioccante. I balordi che hanno violentato questa ragazza la pagheranno cara. Se quanto riporta la stampa in queste ore corrisponde al vero mi auguro si facciano 30 anni di galera. La mia vicinanza e tutto il sostegno possibile alla donna e alla sua famiglia”, dice il vicepremier Luigi Di Maio in una nota.

“È vergognoso e la pagheranno cara i balordi che hanno abusato della giovane 36enne a Viterbo. Dalle prime notizie sembra che la ragazza sia stata colpita, picchiata e poi dopo aver perso i sensi violentata. È sconvolgente. E sembra che nello stupro sia coinvolto anche un consigliere comunale eletto con Casapound. Ditemi voi se queste non sono delle bestie!”, scrive su Facebook il ministro della Difesa Elisabetta Trenta. “Giunga il mio abbraccio e la mia vicinanza di donna e di Ministro alla ragazza e alla sua famiglia, in queste ore delicate e difficilissime”, aggiunge il ministro.

Photo credits: Twitter

Domenico Coviello

Attualità, Politica ed Esteri

Professionista dal 2002 è Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze. Come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione web de La Nazione, Il Giorno e Il Resto del Carlino, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a City, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli. Un passaggio alla Gazzetta dello Sport a Roma, e al desk del Corriere Fiorentino, il dorso toscano del Corriere della Sera, poi di nuovo sul sito di web news FirenzePost. Ha collaborato a Vanity Fair. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma.

Back to top button
Privacy