Carabinieri fermano un 17 enne: scoperta agghiacciante dentro un sacco di nylon [FOTO]

Un fatto davvero sconvolgente avvenuto a Tribano in provincia di Padova. I Carabinieri fermano un 17 enne e fanno una scoperta agghiacciante all’interno di un sacco di nylon gettato precedentemente dal giovane in una fossa. Le forze dell’ordinate allertate dal comportamento sospetto del ragazzo, sono venuti a conoscenza di un fatto scioccante che ha portato alla denuncia del 17 enne che dovrà rispondere legalmente per il suo gesto inaudito.

Il minore, residente a Pozzonovo, anch’essa in provincia di Padova era già noto ai Carabinieri, che hanno sorpreso il giovane durante un servizio perlustrativo lungo la Provinciale n. 45. Il 17 enne aveva sorpreso le forze dell’ordine, in quanto in quell’esatto istante stava gettando in un fossato un sacco in nylon. Il gesto ha colpito gli agenti tanto da decide di fermarlo.

La scoperta agghiacciante fatta dai Carabinieri

Le forze dell’ordine hanno sorpreso il giovane 17 enne nell’atto di gettare un secondo sacco all’interno di un fossato. Fermato il ragazzo e verificato il contenuto della busta di nylon, hanno fatto la scoperta agghiacciante. Nel sacchetto infatti si trovava un cucciolo di gatto. Notato l’insolito lancio del sacco, i militari hanno immediatamente provveduto a recuperarlo scoprendo, con stupore, che all’interno vi era appunto il piccolo micio. Recuperato il gatto, il giovane rincorso e fermato mentre si stava accingendo a compiere un gesto analogo al primo: un altro sacco in nylon, questa volta con ben  4 gattini appena nati.

La denuncia e il recupero degli animali

Come se già non fosse grave l’accusa di maltrattamento nei confronti degli animali, il 17 enne si è immediatamente macchiato di una seconda colpa. Il ragazzo infatti non appena si è visto scoperto dai Carabinieri, non ha provato a spiegare o chiedere scusa per l’insano gesto, ma ha piuttosto iniziato ad urlare pesanti insulti nei confronti delle forze dell’ordine. I militari a quel punto si sono trovati costretti ad aggiungere alla già grave accusa di maltrattamento nei confronti di animali, anche quella di oltraggio a pubblico ufficiale, aggravando inevitabilmente la condizione del ragazzo.

Le condizioni dei gatti

I Carabinieri, hanno poi concluso il loro operato recuperando la mamma gatta che si trovava a casa del giovane 17 enne. La mamma e i piccoli cuccioli, recuperati dalle forze dell’ordine, sono per fortuna tutti in buone condizioni. Nonostante il maltrattamento e il terribile abbandono i micetti non hanno subito alcun trauma grave, sono ancora in vita e in salute. Consegnati alle cure del gattile locale, aspettano adesso una casa e un proprietario che sappia amarli come meritano. Di seguito uno scatto che immortala i Carabinieri con alcuni dei gattini recuperati.

Photo Credits Carabinieri Padova

 

Comments

comments