"
CinemaPrimo piano

Forrest Gump: tutte le curiosità che ancora non sapete sul film

Ci sono dei veri e propri cult che sono nell’immaginario di tutti noi e all’ennesimo passaggio in tv li si vede e rivede. Questa sorte tocca anche a “Forrest Gump”, che nella prima serata di rete4 di mercoledì 19 giugno ha totalizzato 948.000 spettatori, con il 5.2% di share (risultato encomiabile se si tiene conto della concorrenza della partita under21 e dell’ultima puntata di “Non è la d’Urso”).

Sono trascorsi venticinque anni dall’uscita in sala, dominò gli Oscar nel 1995 conquistandone ben sei (tra cui miglior film, miglio regia e miglior attore protagonista) e il successo non si placa. Ciononostante ci sono delle curiosità e aspetti meno noti che noi siamo pronti a soddisfarvi.

Forrest Gump: curiosità

1. Ricordate la battuta: «mamma diceva sempre: la vita è uguale a una scatola di cioccolatini, non sai mai quello che ti capita»? È stata inserita dall’American Film Institute al quarantesimo posto della classifica delle 100 migliori citazioni cinematografiche di tutti i tempi.

2. Tutti associamo Tom Hanks al ruolo di Gump, ma a dire il vero il ruolo era stato sottoposto ad altre stars: John Travolta, Bill Murray e Chevy Chase. Dopo il loro rifiuto, si penso a Hanks, il quale accettò con entusiasmo dopo aver letto la sceneggiatura.

3. La famosa panchina si trovava nel centro storico di Savannah, in Georgia, a Chippewa Square. Per preservarla (è un cimelio ormai) ed evitare che venisse distrutta o peggio ancora rubata, è stata rimossa ed esposta al Savannah History Museum.

4. Altri rifiuti illustri ha subito questo film e chissà che col senno di poi non siano pentite. Ci riferiamo a Demi Moore e Nicole Kidman, le quali non accettarano la parte di Jenny (colei che diverrà l’amore della sua vita), assegnata a Robin Wright Penn (fattasi conoscere al pubblico di oggi nei panni della first lady di “House of Cards”).

5. Si vocifera che fino ad oggi, tra percentuale sugli incassi e profitti, Hanks abbia guadagnato ben 40 milioni di dollari.

6. L’attore hollywoodiano ha un fratello, Jim, che gli assomiglia tanto e proprio per questo è toccato a lui fargli da controfigura nelle scene di corsa.

7. A proposito di figli d’arte già iniziati alla Settima Arte: il primo bambino che si rifiuta di sedersi accanto a Forrest sul bus scolastico è interpretato da Alexander Zemeckis, figlio del regista del film, Robert Zemeckis.

8. Compare anche la figlia di Tom Hanks, Elizabeth. È la la bambina con i capelli rossi seduta sull’autobus.

9. La barca di Forrest Gump per pescare gamberi è attualmente conservata nel Planet Hollywood a Downtown Disney, all’interno del Resort Disneyworld in Florida. Qui potrete trovare anche una delle racchette da ping pong usate nella pellicola e autografata da Tom Hanks.

10. Il personaggio del soldato Benjamin Buford “Bubba” Blue (interpretato da Mykelti Williamson) quando incontra Forrest gli confessa un progetto gastronomico legato ai gamberi. Nel mondo esistono ben 43 ristoranti Bubba Gump e al cui interno si possono trovare alcuni degli oggetti più iconici del lungometraggio.

11. A proposito di location e accorgimenti tecnici: ogni sequenza in barca è stata girata nelle acque a largo della costa della Carolina del Sud e per realizzare il vento forte è stato usato un motore a reazione.

12. Siete rimasti sconvolti da “Il sesto senso”? Vi è rimasta impressa la frase: «vedo la gente morta»? A pronunciarla era un giovanissimo Haley Joel Osment, che nel film interpreta il figlio di Jenny e Forrest, il quale ha esordito proprio in “Forrest Gump”.

13. Vi ricordate la celebre scena di ping pong? Ne avete ammirato l’abilità? Non vogliamo deludervi ma non c’erano davvero le palline, che sono state realizzate grazie alla tecnologia CGI.

14. A incarnare la mamma di Forrest fu ingaggiata l’attrice Sally Field di soli dieci anni più grande di Hanks. I due avevano già recitato insieme nel 1988 nel film “L’ultima battura” di David Seltzer.

15. Tom Hanks ha sì firmato il contratto dopo che era trascorsa solo un’ora dalla lettura della sceneggiatura, ma conditio sine qua non per accettare era la cura sul piano dei fatti storici.

16. Alan Silvestri ha composto la canzone cosiddetta “The Feather Theme”, quella che accompagna i titoli iniziali, dove assistiamo alla piuma che cade. Inoltre Silvestri ha scritto anche tutti i pezzi musicali strumentali che accompagnano il film.

17. Dopo la guerra del Vietnam, assistiamo all’incontro tra Forrest e Jenny. Quest’ultima, tra la folla, cerca di raggiungerlo attraversando lo specchio d’acqua del Lincoln Memorial Reflecting Pool. Lui la vede e la raggiunge facendosi il bagno con lei. Viene subito in mente il celebre bagno di Anita Ekberg nella Fontana di Trevi ne “La dolce vita” di Fellini.

18. Hanks ha modellato la parlata di Forrest su quella di Michael Conner Humphreys, che dava corpo al personaggio da piccolo, il quale parlava proprio così in quanto originario del Mississippi.

Forrest Gump: trailer

Back to top button
Privacy