"
MondoNews

Londra, ecco Anushka: la bambina più intelligente di Einstein

Si chiama Anushka Dixit. È una bambina inglese di appena 11 anni e ha ottenuto il punteggio più alto mai raggiunto nel test del QI “Mensa”, un indicatore internazionale per le persone ad alto quoziente di intelligenza. La piccola si avvia a un record da guinness dei primati, e probabilmente il suo futuro di studi brillerà ancora per molti anni. La notizia è riportata dal Messaggero.

È così, infatti, che la piccola Anushka si è rivelata più intelligente di Albert Einstein. Nella graduatoria del test del QI “Mensa” Anushka ha totalizzato 162 punti. Un valore altissimo: ben al di sopra dei 140 del padre della teoria della relatività. Ma anche 2 punti in più in più rispetto a Stephen Hawking, il grande astrofisico britannico scomparso un anno fa.

La bambina, che vive a Londra, ha iniziato a parlare a soli 6 mesi, riproducendo le parole che sentiva nelle pubblicità in Tv. Anushka, avendo sempre superato tutti gli esami a pieni voti, ha supplicato la mamma Arti di farla partecipare al test sul Quoziente Intellettivo “Mensa”. Per diventare un “mensano” bisogna rientrare nel 2% della popolazione mondiale con il più alto QI.

Anushka era la persona più giovane presente alla prova. Ma nonostante questo ha superato tutti gli altri, entrando a far parte di quel 1% delle persone più intelligenti del mondo. “È stato difficile, ma non difficilissimo” ha raccontato uscendo dalla sala. Il suo sogno è quello di diventare un medico e al momento le sue materie preferite sono inglese e poesia. “In realtà mi piacciono tutte, non c’è qualcosa che non ami studiare” ha detto Anushka.

Alla sua mamma, la signora Arti, 45 anni, due anni fa è stato diagnosticato un cancro al seno. Un avvenimento che ha profondamente colpito la figlia. “Nonostante io abbia subito un’importante operazione per sconfiggere il cancro, la determinazione e la forza di Anushka l’hanno sempre spinta a impegnarsi ancora di più superando il dolore”.

Albert Einstein

Photo credits: Twitter

Domenico Coviello

Attualità, Politica ed Esteri

Professionista dal 2002 è Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze. Come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione web de La Nazione, Il Giorno e Il Resto del Carlino, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a City, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli. Un passaggio alla Gazzetta dello Sport a Roma, e al desk del Corriere Fiorentino, il dorso toscano del Corriere della Sera, poi di nuovo sul sito di web news FirenzePost. Ha collaborato a Vanity Fair. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma.

Back to top button
Privacy