"
News

Pazzo meteo: weekend di afa, poi violenti temporali. Le previsioni

Tra sabato 6 e domenica 7 luglio prima una nuova forte ondata di caldo afoso. Quindi lo scaricarsi di nubifragi e violenti temporali. Secondo le previsioni del sito IlMeteo.it, già da oggi 5 luglio il caldo comincerà ad aumentare su tutto il Paese con punte di 36-38°gradi al Nord e fino a 40° gradi al Sud.

Sabato 6 luglio sarà una bella giornata di sole con temperature ancora molto elevate oltre i 35° gradi nelle principali città. Col passare delle ore però aumenterà l’instabilità specie sull’arco alpino sulle Alpi con la possibilità di temporali in estensione anche alle zone adiacenti.

Domenica 7 luglio ci sarà tempo ancora molto stabile e soleggiato al Centro Sud con valori termici fin verso i 40 gradi specie in Sardegna, Sicilia e Puglia. Ad aumentare il disagio del caldo ci saranno anche gli alti tassi di umidità a rendere il tutto più afoso. Al Nord invece dove col passare delle ore ci aspettiamo un peggioramento delle condizioni, dapprima su Alpi e Prealpi e poi entro sera anche sulle pianure di Veneto orientale e Friuli Venezia Giulia. Temporali violenti con grandinate e forti colpi di vento specie sui settori di Nord Est.

Attenzione, però, perché da martedì 9 luglio il tempo muterà radicalmente. L’estate entrerà temporaneamente in crisi. Aria più fredda di origine polare riuscirà ad irrompere sul Mediterraneo. Potrebbe arrivare una fase di maltempo all’insegna di forti temporali, grandinate e locali trombe d’aria al Nord, al Centro e infine anche al Sud. L’aria più fresca provocherà inoltre un crollo termico di 10 gradi. Con le temperature che andranno sotto la media del periodo di 5 gradi.

Photo credits: Twitter

Domenico Coviello

Attualità, Politica ed Esteri

Professionista dal 2002 è Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze. Come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione web de La Nazione, Il Giorno e Il Resto del Carlino, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a City, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli. Un passaggio alla Gazzetta dello Sport a Roma, e al desk del Corriere Fiorentino, il dorso toscano del Corriere della Sera, poi di nuovo sul sito di web news FirenzePost. Ha collaborato a Vanity Fair. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma.

Back to top button
Privacy