Lamenti strazianti dal bagagliaio di un auto: la scoperta agghiacciante [FOTO]

Una storia sconvolgente arriva da Roma. Alcuni passanti sono stati allarmati da lamenti strazianti provenienti dal bagagliaio di un auto. La vettura si trovava parcheggiata vicino ad una spiaggia e al suo interno è stata fatta una scoperta agghiacciante. Un uomo si è reso protagonista di un gesto terribile, condannato aspramente da tutti e senza ombra di dubbio, perseguibile dalla legge.

I passanti che hanno fatto la scoperta agghiacciante, hanno trovato chiuso dentro al bagagliaio, un cucciolo di Pastore Maremmano, di appena tre mesi. Il cagnolino, stava quasi agonizzando, quando lo hanno trovato e messo in salvo.

La scoperta agghiacciante e la motivazione assurda

Secondo quanto riferito, il cane si trovava, in un auto parcheggiata vicino la spiaggia di  San Felice Circeo. I lamenti strazianti del povero animale, hanno attirato l’attenzione degli altri bagnanti. All’interno dell’auto la scoperta agghiacciante. Il cucciolo, era stato abbandonato per ore in auto dal suo proprietario, che non curante era andato a godersi una giornata al mare.

Loading...
Loading...

Il salvataggio dopo la scoperta agghiacciante

Il fatto sconvolgente, si è verificato nel pomeriggio di domenica 7 luglio. L’episodio è avvenuto nella nota località balneare del Lazio, a San Felice Circeo. La scoperta agghiacciante è stata fatta da alcuni passanti che allarmati dai guaiti strazianti del cane, hanno allertato i soccorsi. Sul posto son intervenuti immediatamente sia i Carabinieri che i soccorsi veterinari. Il Pastore Maremmano è stato per fortuna trovato ancora vivo e messo in salvo. I soccorritori, hanno frantumato il vetro posteriore della vettura, solo in questo modo è stato possibile raggiungere il cane in difficoltà.

I provvedimenti giudiziari verso il reato complice della scoperta agghiacciante

Il proprietario del cane rinchiuso nel bagagliaio non appena rintracciato dai Carabinieri, ha subito immediatamente la denuncia per maltrattamenti di animali. Il reato infatti è punibile per legge e in attesa dei provvedimenti giudiziari, l’uomo, un quarantenne, dovrà rispondere difronte alla legge in merito al suo atto scioccante. Dopo la scoperta agghiacciante, i soccorritori hanno affermato: “L’animale, mostrava evidenti segni di ipertermia e ipossia, mucose cianotiche, dispnea, scialorrea, tachicardia, spasmi muscolari e tremori diffusi, stato comatoso, temperatura corporea pari a 41,8°c“.

Le condizioni attuali del cucciolo

Al momento il cucciolo si trova ricoverato presso l’ambulatorio veterinario, ma si attende di capire verso chi verterà l’affidamento, che potrebbe toccare anche ai salvatori. La buona notizia è che il piccolo di Pastore Maremmano, oggi si trova totalmente fuori pericolo e presto siamo sicuri troverà una casa pronta ad accoglierlo con tutto l’amore che merita. In tanto in fondo all’articolo, la foto del cane, dopo il salvataggio.

Photo Credits Facebook

LEGGI ANCHE: Rinchiuso in macchina per ore, sotto il sole: salvato in extremis [FOTO]

Loading...
Loading...