Giovedì 11 luglio: le uscite in sala della settimana

Eccoci con il nuovo appuntamento sull’aggiornamento delle nuove pellicole, da questa settimana in sala. Da questo giovedì 11 luglio, sono tanti e variegati i titoli dei film in uscita. Scopriamoli insieme.

DOMINO

Esce oggi, 11 luglio, la pellicola di Brian De Palma, che ha ben due degli astri dell’appena terminato Trono di Spade: Nikolaj Coster-Waldau e Carice van Houten. E, anche sulla storia della fortunatissima serie tv, gioca tanto lo slogan del film (“lui paga sempre i suoi debiti”. Non una grande prova di sceneggiatura, che a tratti risulta insignificante e scialba, ma che contiene le chicche registiche di De Palma. Forse una delle sue migliori prove, nel suo intero body of work. Una sorta di film d’azione sui generis (ma mai canonico), tra scorribande, poliziotti e agenti della CIA. E racconta la storia di un uomo e della vendetta, che vuole mettere in atto, per fare giustizia ad un amico.

IL RITRATTO NEGATO

E ancora oggi esce in sala una pellicola commovente, riflessiva, una sorta di testamento artistico del regista Andrzej Wajda. E’ la storia di Wladyslaw Strzeminski, artista e teorico dell’arte che, nella Polonia del 1948, diventa una vittima delle persecuzioni del regime comunista. A questo tipo di sudditanza lui non vuole sottostare e cercherà di combattere ed opporsi alla radicalizzazione del potere, fino alla morte. Un intenso Bogusław Linda coinvolge lo spettatore, dal primo all’ultimo minuti del lungometraggio.

WELCOME HOME

Ancora oggi, 11 luglio, arriva in sala questo thriller, firmato da George Ratliff: “un sensuale e perverso gioco di potere”. Una coppia americana parte alla volta dell’Italia, dove cercheranno una vacanza tranquilla e di recuperare la loro complicità. Lei è la bella e seducente Emily Ratajkowski, spaventata da un passato in una relazione velenosa e tossica. Lui è Aaron Paul (ve lo ricordate Jesse di Breaking Bed?), che non riesce a superare il tradimento della sua compagna. Giunti in Umbria, si imbatteranno in Federico, dalle fattezze di Riccardo Scamarcio, che dimostrerà di avere un ruolo ambiguo e un lato oscuro.

ALLA CORTE DI RUTH – RBG 

Esce il 15 luglio, il documentario di Julie Cohen (II) e Betsy West. La pellicola ha ottenuto 2 candidature a Premi Oscar, 1 candidatura a BAFTA, 1 candidatura a Critics Choice Award, 1 candidatura a Directors Guild, 1 candidatura a Producers Guild. E ha incassato, solo nel primo weekend di uscita, quasi 600mila dollari. Il documentario è un ritratto celebrativo di Ruth Bader Ginsburg, giudice brillante e seconda donna, nella storia, nei nove componenti della Corte Suprema. E’ il simbolo della resistenza alla deriva radicale del potere presidenziale, una donna forte, sempre dalla parte delle donne. Piccola, ma dal cuore grande e dai valori così forti, che non si è mai fermata davanti a nulla.

BABY GANG 

In uscita il 17 luglio, questo lungometraggio è un film drammatico, di Stefano Calvagna. Quanto più vicino ai nostri giorni e alla situazione delle nuove generazioni ribelli, è la storia di ragazzi. E’ ambientato a Roma, in quella capitale cruda, buia e nascosta, quanto mai attualissima. Una baby gang di scapestrati, che “giocano” a fare i delinquenti, decidono di voler prendere il controllo del quartiere, ma con la violenza. Fare soldi è solo un effetto collaterale del dominio, che però coinvolge anche le vite normali dei loro coetanei. Come si intreccerà la delinquenza con i sedicenni del quartiere romano?

 

 

Comments

comments