Allarme in Italia: invasione calabrone ‘killer’. Un morto e ricoverati gravi [FOTO]

Si sta diffondendo il panico in tutta la Penisola. In Italia è allarme al calabrone ‘killer’. L’invasione del pericoloso insetto dalla puntura fatale, ha raggiunto diverse zone del Paese, mietendo vittime. Tra le persone punte, si contano ricoverati in gravi condizioni e addirittura un morto. Secondo quanto riportato dai siti di informazione i quotidiani locali, sarebbero due le vittime che nelle ultime 24 ore, sono state colpite dalla puntura del calabrone killer.

Si tratta di due uomini, entrambi colpiti gravemente dalla puntura del calabrone killer. Il primo un 52enne di Collesano, in provincia di Palermo. Un uomo della forestale, che purtroppo non ce l’ha fatta. Il secondo un giardiniere di Ancona, punto in volto e ricoverato in condizioni disperate in ospedale.

La puntura letale del calabrone killer: il forestale deceduto

Dopo la puntura di un calabrone killer, un uomo di 52anni è deceduto sul suo posto di lavoro. Impegnato insieme ai suoi compagni di lavoro in un’attività di pulizia delle campagne di contrada Rascata, a Collesano in Provincia di Palermo, l’uomo è stato raggiunto da una puntura fatale. L’operaio forestale Nuccio Signorello, 52 anni, di Collesano, è deceduto in breve tempo, dopo essere stato punto da un calabrone quasi alla fine del suo turno di lavoro. Ora gli accertamenti del medico legale dovranno stabilire le cause esatte del decesso dell’uomo, ma si ipotizza che la causa principale, sia stata proprio la puntura dell’insetto.

Una fine assurda dopo la puntura del calabrone killer

E’ possibile morire per la puntura di un insetto? Forse sì. Almeno è quello che si ipotizza per la guardia forestale deceduta in seguito alla puntura di un calabrone ‘killer’. Per il 52enne siciliano si è ipotizzato uno choc anafilattico o un infarto successivo alla puntura dell’insetto. L’uomo, aveva chiesto aiuto ai suoi colleghi che l’avevano accompagnato e chiamato i soccorsi. Dopo la scioccante tragedia, sono intervenute anche le forze dell’ordine giunte sul posto.

Il secondo caso di puntura quasi fatale

A distanze di poche ore, dal tragico fatto accaduto nel palermitano, un altro uomo è stato colpito in pieno volto dal calabrone killer. Anche il giardiniere 61enne di Ancona, ha rischiato di morire per la puntura dell’insetto. Il veleno gli ha scatenato una violentissima reazione allergica, tale da provocare uno choc anafilattico. L’uomo in brevissimo tempo è andato in arresto respiratorio e poi cardiocircolatorio. Allertato sul posto è intervenuto il 118, che gli ha salvato la vita. L’uomo si trova ora ricoverato in gravi condizioni all’ospedale di Torrette. Dall’ospedale si attendono aggiornamenti.

Il calabrone ‘killer’ è davvero letale?

L’allarme era stato diffuso già dal mese scorso, e tuttavia in tanti avevo smentito il fatto che l’insetto potesse essere letale. Ovviamente si è in attesa di accertamenti, perché con presunta probabilità non è la quantità di veleno iniettata nel corpo delle vittime ad essere letale. Alcune ipotesi formulate, affermano infatti che la causa della disgrazia potrebbe risiedere nel fatto, che le vittime colpite, fossero soggetti allergici, alla puntura di questa specie. In definitiva in attesa di conferme, si attendono ulteriori chiarimenti da parte dei medici legali, che effettueranno le analisi, sul corpo della vittima siciliana, oltre ai risultati dal laboratorio di Ancona, per quanto riguarda il giardiniere in gravi condizioni.

Photo Credits Facebook (Immagini d’archivio)

LEGGI ANCHE: Allerta in Italia: invasione specie pericolosa. Rischio di morte e crisi respiratorie [FOTO]

Comments

comments