"
News

Panico nel traforo del Monte Bianco: fumo dal bus, chiuso il tunnel

AGGIORNAMENTO ORE 17:05 – Intorno alle 17 il tunnel del Monte Bianco fra Italia e Francia ha riaperto con circolazione a senso unico alternato.

Momenti di terrore, nel primo pomeriggio di oggi 17 luglio, all’interno del traforo stradale del Monte Bianco, in Valle d’Aosta. Un pullman inglese carico di turisti ha cominciato a perdere fumo dal motore in pieno tunnel, a 6 chilometri dall’imbocco francese. Lo scrive online AostaSera.

Il bus, che trasportava 67 persone, è stato fermato. I soccorsi lo traineranno verso l’uscita italiana. Immediata l’evacuazione dei passeggeri, effettuata per il timore che potesse esplodere un incendio. Il Geie, la società di gestione del traforo del Bianco, ha inviato sul posto veicoli navetta per il trasbordo dei passeggeri e ha allestito una sala di accoglienza per la comitiva inglese.

Le autorità italiane e francesi hanno chiuso il tunnel su entrambi i lati dalle 15 del 17 luglio. Sul posto è giunta anche un’ambulanza.L Una bambina che viaggiava in una macchina, appena dietro al pullman, si è schiacciata un dito nella portiera. Lunghe code si sono formate soprattutto sul lato francese del traforo.

Photo credits: Twitter

Domenico Coviello

Attualità, Politica ed Esteri

Professionista dal 2002 è Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze. Come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione web de La Nazione, Il Giorno e Il Resto del Carlino, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a City, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli. Un passaggio alla Gazzetta dello Sport a Roma, e al desk del Corriere Fiorentino, il dorso toscano del Corriere della Sera, poi di nuovo sul sito di web news FirenzePost. Ha collaborato a Vanity Fair. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma.

Back to top button
Privacy