Regina Palace Hotel Stresa, il fiore all’occhiello è il ristorante Charleston: quando mangiare diventa un’esperienza mistica

Esiste un luogo magico ed incontaminato immerso nella natura del centro di Stresa, che affaccia sulle sponde del Lago Maggiore e si inchina alle Isole Borromeo. Un posto che, in ogni suo minimo particolare, racchiude l’importanza di una parte della storia del nostro Paese e restituisce l’assoluta ed unica sensazione di essere trasportati in un’altra epoca. Una favola in piena regola, una regale esperienza che porta il nome di Regina Palace Hotel Stresa.

La storia del Regina Palace Hotel Stresa

Sorto il 27 giugno del 1908, per opera dell’Architetto Giuseppe Pagani, il Regina Palace Hotel (quattro stelle) in men che non si dica diventa una delle mete più ambite dai “potenti” del tempo. Sono tantissimi, infatti, gli illustri personaggi che si sono alternati nelle elegantissime stanze e suite. Il futuro Re di Italia Umberto II, accompagnato dalla consorte Maria Josè del Belgio, la Regina Sofia di Grecia, il premio Nobel per la letteratura George Bernard Shaw, il compositore Pietro Mascagni, solito scrivere le sue musiche in giardino e tanti altri. Ma anche l’indimenticabile Totò, l’attrice Lucia Bonsè e la collega Gina Lollobrigida.

Il fiore all’occhiello del Regina Palace Hotel? La cucina

Cura minuziosa dei particolari, arredamento impeccabile, massimo ordine, ineceppibile pulizia e un fiore all’occhiello da far invidia: la cucina. All’interno del Regina Palace sorgono infatti ben due ristoranti, il Liberty e il Charleston. Il primo è aperto tutti i giorni sia a pranzo che a cena e può ospitare fino a 900 persone. Gode di una veduta mozzafiato che affaccia sull’Isola Bella. La cucina offre un’ampia scelta e risponde alle esigenze di tutti: qui è possibile infatti ordinare pietanze vegetariane e vegane, piatti senza glutine e cibi Kosher.

Loading...

Il Charleston, un’assoluta piccola bomboniera,  propone un menù ispirato alla stagionalità ed è ricco di pietanze esclusive e ricercate. Il ristorante è aperto tutte le sere ed è accessibile non solo agli ospiti della struttura, ma anche a visitatori esterni dai palati fini. Chi è in cerca di vere e proprie emozioni culinarie qui troverà il suo paradiso. Durante le stagioni più calde, c’è inoltre la possibilità di cenare sul terrazzo a lume di candela, con una vista impagabile sul lago. La sua atmosfera fiabesca, l’aria “stregata” che si respira e la mano pregiata di uno chef che si ispira alla grande cucina internazionale, spingono molti futuri sposi a coronare proprio qui il loro sogno d’amore. Un matrimonio dal sapore di altri tempi, lontano da mode, luoghi comuni e caos.

Tra i primi piatti è possibile assaggiare risotto alle rane guarnito con crema di prezzemolo, cannelloni ripieni di crema di melanzana e ricotta infornata, ravioli farciti con faraona serviti con salsa alla vaniglia e mirtilli. Ma queste sono solo alcune delle specialità (a prezzi assolutamente accessibili, si parte da 22 euro) che il ristorante offre ai suoi ospiti. Esiste infatti la possibilità di consultare il menù completo direttamente cliccando sull’area “Bar e Ristoranti” del sito https://www.reginapalace.it/it/bar-e-ristoranti/charleston. Piccola nota: la struttura ha partecipato al progetto Formazione e aggiornamento sulla celiachia e cucina senza glutine della Regione Piemonte, completando il percorso di specializzazione.

Loading...
Loading...