"
Storie e Personaggi

Ferragosto, come tagliare l’anguria in 5 modi diversi e far felici i vostri ospiti

Ferragosto è ormai alle porte. I più fortunati sono riusciti a partire per le vacanze, altri sono rimasti a casa. Ma, in ogni caso, la voglia di far festa non manca mai. In questo periodo di grandissimo caldo, con le temperature che, nei giorni scorsi, hanno superato i 40° in tutta Italia, si cerca sempre un rimedio per evitare di sudare eccessivamente. E, anche se in giornate di festa come il Ferragosto, si preferisce riunire tutta la famiglia a tavola, l’estate non è di certo tempo di ricette pesanti o di cibi eccessivamente grassi. Grande protagonista di tutti i mesi estivi (e non solo) l’anguria: un frutto che piace davvero a tutti, ma che può diventare davvero versatile e divertente.

Ma voi sapete cosa si mangia, in Italia, a Ferragosto? In generale, il piatto tradizionale di questa festività è il piccione arrosto. Questa usanza, che però oggi è poco diffusa nelle varie regioni italiane, sopravvive ancora solo in alcune zone, soprattutto in Toscana. Nella zona di Piacenza, nel giorno di Ferragosto la tradizione vuole che si debba preparare una bomba di riso con piccioni. Questa è una sorta di cupola con del riso cotto in forno e con l’aggiunta di carne di piccione al suo interno. In Sicilia si cucina il tipico gelu di muluna, che si decora con le foglie di limone e fiori di gelsomino. Nel foggiano, in Puglia, il piatto tipico di Ferragosto è il galluccio, ovvero un gallo grosso, cotto al forno o al sugo.

Noi, per questo Ferragosto 2019, vi proponiamo alcune idee divertenti per tagliare l’anguria, per deliziare e sorprendere i vostri ospiti. L’anguria è decisamente il frutto della convivialità, che rallegra pranzi e cene di tutti.  L’anguria è leggera, con un’altissima concentrazione di acqua al suo interno – e questo fa del cocomero un frutto estremamente saziante – ma, al contempo davvero molto zuccherino. Inoltre, in aggiunta, il fatto che contenga solo 30 calorie per 100 grammi, fa dell’anguria anche un frutto adatto a chi sta seguendo una dieta ipocalorica.

E poi, diciamolo sinceramente, nel periodo estivo, quando ci si scopre di più, tutti cercano di limitarsi, per restare in forma. Nonostante contenga un grande numero di piccoli semi neri, l’anguria è forse uno dei pochi frutti che mette davvero d’accordo grandi e piccini. Che poi è giusto deliziare prima gli occhi e poi il palato: i vostri ospiti ringrazieranno sicuramente quando, invitati a pranzo o a cena da voi, vedranno arrivare una sorpresa. Non un normale cocomero fresco, che comunque è già di per sé un toccasana durante le giornate di calura estiva. Ma un vero e proprio capolavoro, servito in un modo del tutto originale.

1) Finti gelati di anguria

L’anguria e il gelato, insieme, sono due simboli dei cibi prettamente estivi. Ma, certo, hanno proprietà nutritive ben diverse tra loro. Il gelato, certamente più ricco e goloso, ha però molti grassi e calorie in più rispetto al cocomero. Ma, per i più furbi che vogliono portare a tavola qualcosa di delizioso e creativo, si può creare una composizione molto carina. Basta tagliare l’anguria in fette e, da lì, ricavare alcuni triangoli. Dopo di che, basterà comprare gli stecchi di legno da gelato ed infilarli all’interno del lato più lungo, fino a formare, appunto, un finto gelato di anguria. Può essere servito con succo di limone o con il ghiaccio direttamente. Un piccolo tocco di classe può essere quello di inserire, all’interno della composizione, qualche foglia di basilico o menta fresca.

2) Cestino di anguria (e frutta fresca\macedonia)

Questa composizione bellissima e super creativa – lo diciamo con anticipo – è solo per i più pazienti, che hanno voglia di impegnarsi. Bisogna essere pratici e precisi: iniziamo con l’operazione di svuotamento dell’anguria, per togliere tutta la polpa e ricavare una mezza anguria concava. Una volta svuotata, basterà tagliare a zig zag i bordi dell’anguria e riempirla di pezzi di anguria. All’occorrenza e a gusto personale, si può aggiungere qualsiasi altro tipo di frutta, o allungare la macedonia con un liquido dolce o alcolico (solo per adulti).

3) Palline di anguria

Con l’aiuto di un cucchiaio per creare le palline di gelato, potete scavare, all’interno di mezza anguria, fino ad ottenere numerose palline. Queste piccole sfere ottenute poi potete inserirle all’interno di una coppa, da decorare con del gelato o del limone. Oppure, per stupire ulteriormente i vostri invitati, potete inserire le palline all’interno di coni per gelato, per creare l’idea di coni gelato.

4) Formine di anguria

Chi di noi non ha mai usato le formine per i biscotti? Le stesse formine, di plastica o ferro che sia, possono servire per ricavare delle divertenti formine dalla polpa dell’anguria. Queste possono essere utili soprattutto per far mangiare il frutto ai bambini o come decorazione dei vassoi e delle macedonie, in questi giorni di grande caldo.

5) Anguria in fette (per pigri!)

Per i più pigri, che non hanno voglia di impegnarsi in lavori creativi, anche nel periodo di ferie o d’estate, c’è sempre la soluzione più veloce: le fette. Basta tagliare prima l’anguria in due parti e poi dei cerchi concentrici in fette. Il cerchio poi può essere tagliato in due mezzelune. E’ certamente la scelta più pigra ma, allo stesso tempo, anche la più veloce. Per non doversi preoccupare di perdere troppo tempo a preparare e godersi il tempo insieme agli invitati.

 

Back to top button
Privacy