Al via la dieta gluten free: 8 trucchi per dimagrire e mangiare bene

A far aumentare il peso, sono da sempre le qualità e le quantità nutrizionali. Abbassa la pressione, regola il colesterolo, fa dimagrire e rigenera il cervello. Scegliere cibi  gluten free non significa necessariamente mangiare sano e perdere peso. Anzi, il più delle volte, i prodotti industriali sono ricchi di zuccheri e grassi.

Dimagrire mangiando cibi sani e senza glutine è possibile. Da evitare, soprattutto, quei passi falsi che sono quasi sempre la causa dei cibi di troppo, i cosiddetti “peccati di gola”. Ecco 8 trucchi per mangiare bene e imparare a selezionare gli alimenti senza glutine.

1) La colazione

Preferite la frutta di stagione, lo yogurt, il latte parzialmente scremato e la marmellata, rigorosamente senza zucchero!

Loading...

Photo credits: Facebook

2) La pasta

L’assenza di glutine non è sinonimo dell’assenza di calorie. Mangiatela solo a pranzo, con moderazione e non tutti i giorni. E non dimenticate di controllare la quantità di grassi e zuccheri riportato sull’etichetta.

Photo credits: Facebook

3) Il riso

Con un apporto calorico poco inferiore a quello di un piatto di pasta, sarebbe meglio non esagerare. Da preferire, a questo  pseudocereale, altri più proteici e con un indice glicemico più basso come la quinoa e l’amaranto.

Photo credits: Facebook

4) Il pane e la pizza

Da ridurre al minimo il consumo di pizze surgelate gluten free, pane in cassetta, plumcake, torte salate e pasta sfoglia senza glutine. Non sempre l’etichetta “gluten free” è indice di qualità nutrizionale.

Photo credits: Facebook

5) I legumi

Poveri si grassi, ricchi di fibre e naturalmente senza glutine. E allora che aspettate a utilizzare questa fonte di proteine per dar vita a zuppe, contorni, creme da spalmare, hummus e frittate veg.

Photo credits: Facebook

6) Gli snack

Sono dei veri e propri attentati alla linea. Ammesse solo le barrette energetiche a base di cereali, rigorosamente senza glutine. In alternativa alla merenda con gli snack “spazzatura”, preferite frullati e macedonie.

Photo credits: Facebook

7) I dolci

Purché sia home made. È l’unico peccato di gola da concedersi, ma sia chiaro: solo una volta a settimana. Scegliete quelli fatti in casi, così da poterne controllare tutti gli ingredienti.

Photo credits: Facebook

8) Frullati e smoothies

A base di frutta, ortaggi e spezie. Come diversivo a colazione o per spezzare la fame a metà giornata. Freschi, rigeneranti e nutrienti.

Photo credits: Facebook

 

Comments

comments

Loading...