"
Primo pianoShowbizStorie e Personaggi

Ecco Pablo, il cane con il papillon che ha salvato un bimbo in acqua [FOTO]

Questa è una di quelle storie che fanno battere il cuore, degne della migliore narrativa hollywoodiana. Il protagonista è Pablo, un nome importante per un bellissimo golden retriever di due anni, che ha agito come un eroe.

In effetti Pablo ha tutte le caratteristiche dell’eroe classico: il nome, il coraggio, la puntualità d’azione, la tenacia e, non da meno, anche il look. Così come quando indossa il papillon delle grandi occasioni, il cane ha commosso tutti con un salvataggio d’effetto sulla spiaggia del litorale pisano, a Livorno.

Pablo: il cane eroe che indossa un papillon

Il caso ha voluto che nel suo giorno da eroe Pablo si trovasse nel posto giusto al momento giusto: nella foto con il muso felice ed il papillon al collo, il cane festeggiava una ricorrenza speciale, quella del secondo anniversario di matrimonio dei suoi padroni. Il signor Paolo (56 anni, direttore della farmacia di Piazza Grande) dopo trent’anni di fidanzamento ha ufficializzato civilmente la sua unione con il compagno Renato (55 anni, dipendente dell’Inps).

Una data, quella del 17 agosto 2017, che la coppia avrebbe festeggiato il giorno seguente al salvataggio. Venerdì 16 agosto invece si aggiravano per la spiaggia di Marina di Vecchiano, e questo non era certo un caso, come ha spiegato Paolo: “Nei periodi di maggiore affluenza, come in questo weekend lungo di Ferragosto, andiamo a dare manforte alla sorveglianza sulle spiagge”.

Il cane-bagnino

È così che Pablo si è ritrovato a salvare la vita del piccolo bimbo tedesco di sette anni, come riportato dalla Scuola italiana cani salvataggio di Firenze: “È del golden retriever Pablo il primo significativo intervento di salvataggio a Marina di Vecchiano. Nel pomeriggio ha tratto in salvo un bambino tedesco di sette anni finito in una buca a causa della forte corrente”.

Un intervento puntuale che ha messo in salvo la vita del piccolo turista, senza nessuna grave conseguenza. Venerdì 16 agosto il mare era infatti particolarmente agitato; il pericolo di balneazione segnalato dai bagnini si è trasformato in un incubo, sventato in tempo dal cane-eroe di questa storia.

Nel momento di massima paura i genitori del bambino si erano allontanati, ma la fortuna ha voluto che ci fossero Paolo Santini e il suo Pablo a passare da quelle parti:

Lì c’è una buca che risucchierebbe anche un nuotatore esperto. Il bambino ha iniziato a nuotare, nuotare senza riuscire più a spostarsi. I bagnini hanno iniziato a fischiare, mi sono avvicinato con Pablo, gli ho fatto segno di attaccarsi all’imbrago del cane senza allarmarlo e come se fosse un gioco è stato trascinato fuori dalla corrente e si è lasciato portare in sicurezza sulla spiaggia”.

Una storia dall’indimenticabile lieto fine che, grazie all’aiuto di questo speciale amico a quattro zampe, è diventata anche una romantica pagina di cronaca.

Photo credits Instagram
Back to top button
Privacy