Trekking in montagna: perché cominciare ti cambierà la vita

Paesaggi mozzafiato, aria pulita, sport ad alta quota: fare trekking in montagna è un’esperienza incredibile, da provare almeno una volta nella vita. Fa bene al corpo, alla mente e all’anima; permette di riconciliarsi con la natura ma anche di – perché no! – tenere in forma il proprio fisico, tonificando gambe e glutei. I benefici del praticare trekking in montagna sono innumerevoli: ecco perché cominciare subito.

Trekking in montagna: perché cominciare ti cambierà la vita

Un toccasana per la respirazione (e non solo!)

Camminare fa bene al nostro corpo, lo sappiamo. Se lo si fa in mezzo alla natura, poi, i benefici sono moltiplicati. Fare trekking rappresenta un toccasana innanzitutto per l’apparato cardiocircolatorio: permette alle pareti muscolari del cuore di rinforzarsi e, conseguentemente, di pompare più sangue, decelerando la frequenza cardiaca. Ma non solo: l’escursionismo fa decisamente bene anche alla respirazione, tanto più per via dell’ottima qualità dell’aria che si respira in montagna. Se ci aggiungiamo i benefici che se ne ricavano per la pressione sanguigna e il colesterolo, di cos’altro abbiamo ancora bisogno?

Tenersi in forma con il trekking

Ovviamente il trekking è – anche – uno sport. E come tale permette al nostro corpo di rimodellarsi e tonificarsi. Quali sono tutti i vantaggi? È presto detto. Innanzitutto camminando in montagna riusciamo a bruciare numerose calorie, permettendo al nostro metabolismo di riattivarsi e di combattere il sovrappeso. A beneficiarne, poi, sono anche addome, gambe e glutei: altro che palestra!

I benefici a livello psicologico

Non solo corpo, ma anche mente. Praticare trekking aiuta a scaricare le tensioni nervose, trasformando le aggressività accumulate in pensieri positivi e in sensazione di serenità. Inoltre, stando ad uno studio della Stanford University, camminare in montagna aumenterebbe le capacità di pensiero creativo, contribuendo a trovare soluzioni inaspettate ai nostri problemi.

Il contatto con la natura

Come non menzionare, tra i benefici del trekking, il contatto con la natura? Praticare escursionismo ci permette non solo di addentrarci in scenari pazzeschi e di scrutare panorami mozzafiato, ma anche di ristabilire il nostro contatto primordiale con la natura, ascoltandone i suoni e odorandone i profumi. Un modo genuino per avere anche più consapevolezza di ciò che ci circonda.

Trekking, antidoto contro lo stress

In periodi di forte stress, nulla è meglio di una bella escursione in montagna per riuscire a rilassarsi. Fare trekking, infatti, ci permette di rallentare dai ritmi frenetici a cui siamo quotidianamente abituati, e ad allontanare i pensieri opprimenti. Ci permette di guardare tutto da una nuova prospettiva rispetto a quella a cui siamo abituati, aiutandoci a ridimensionare quelli che ci sembrano problemi insormontabili. Insomma: ne vale la pena.