"
NewsPrimo piano

Miss Italia 2019 è Carolina Stramare. Il televoto premia la modella di Vigevano [FOTO]

È lombarda di Vigevano la Miss Italia 2019. La vincitrice della gara è Carolina Stramare, 20 anni, in gara con il numero 3.

Nella finale di Jesolo, trasmessa in diretta da Rai 1, la Stramare si è imposta su su Serena Petralia (numero 20), 20enne siciliana di Taormina, e Sevmi Fernando (numero 62), 20 anni, di Padova. È la prima volta che il concorso di bellezza, giunto alla 80ª edizione, ha visto la scelta della vincitrice esclusivamente con il televoto.

Carolina Stramare era stata esclusa nelle precedenti fasi di votazione. Ma è stata ripescata dalla giuria delle “Miss storiche”, che poteva riportare in gara con le ultime due sfidanti, Fernando e Petralia, una sola concorrente. La nuova Miss Italia è alta un metro e 79, ha occhi verdi e capelli castani, è attualmente iscritta ad un corso di grafica e progettistica all’Accademia delle Belle Arti di Sanremo.

Carolina lavora inoltre, da circa tre anni, come modella. È nata il 27 gennaio del 1999 a Genova. È diplomata al liceo linguistico e pratica equitazione a livello agonistico.

Photo credits: Twitter

Domenico Coviello

Attualità, Politica ed Esteri

Professionista dal 2002 è Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze. Come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione web de La Nazione, Il Giorno e Il Resto del Carlino, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a City, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli. Un passaggio alla Gazzetta dello Sport a Roma, e al desk del Corriere Fiorentino, il dorso toscano del Corriere della Sera, poi di nuovo sul sito di web news FirenzePost. Ha collaborato a Vanity Fair. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma.

Back to top button
Privacy