"
Fitness

Fitness: ecco tutte le bugie che ti hanno sempre detto sulla palestra

Palestra: amica, nemica e grande alleata per tenersi in forma. Con l’arrivo dell’autunno alle porte, tutti ci sentiamo in dovere di recuperare tutte le sane abitudini a tavola, ma anche per il nostro benessere fisico. Il fitness non deve essere mirato solo alla perdita di peso, ma è una pratica che dovrebbe servire a star bene, prima di tutto. Ma quante volte ci siamo sentiti dire tante da falsi esperti cosa bisognerebbe fare quando ci si allena? Ecco quante delle cose che vi hanno detto solo false credenze e miti diffusi, ma totalmente sbagliati.

“Mangia di più, tanto puoi smaltire in palestra”

Falso! Certo, è vero che facendo attività fisica c’è un dispendio maggiore di calorie ma, se l’obiettivo è perdere peso, questa è una pratica sbagliata. Se mangerai di più, andrai a vanificare il lavoro fatto in palestra. Ma soprattutto è vero che puoi mangiare di più, ma solo in un caso: mangiando bene. E il “bene” è dato dalla qualità del cibo che ingerisci, non la quantità. È bene preferire alimenti poveri di grassi saturi, ma ricchi di grassi monoinsaturi, proteine magre. Ma anche carboidrati, cercando di limitare gli zuccheri semplici, per il loro elevato indice glicemico.

“Se vuoi dimagrire, devi fare tanta attività cardio”

Falso! L’allenamento cardiovascolare è fondamentale per bruciare calorie, ma per i grassi la situazione è più complessa. Per essere efficace, deve essere svolto per almeno 35-40 minuti perché è minore il dispendio calorico rispetto ad altre modalità di allenamento. Inizialmente glieffetti sul dimagrimento sono visibili ma, col passare del tempo, sarai posto davanti all’esigenza di fare cambiamenti. Il tuo organismo si sarà abituato a quel tipo di allenamento e sarai costretto a delle sessioni sempre più lunghe. Bisogna cercare di variare e, per forzare, bisogna mettere il corpo dinanzi a nuove “sfide”. Per questo è bene accompagnare l’attività cardio ad altri tipi di allenamento, come quello con i pesi, per aumentare anche la massa magra. Inoltre variare aiuterà contro la noia.

“Se ti alleni con i pesi, devi assumere necessariamente degli integratori!

Falso! Solo gli atleti che devono prepararsi alle gare hanno la necessità di fare uso di integratori, soprattutto a base di proteine. Per chi non ha queste esigenze, basta condurre uno stile di vita sano e avere a tavola il giusto apporto di proteine giornaliere. Le quantità dovrebbero variare tra gli 0,8 e 1,1 g di proteine per chilo, in base al tipo di attività che svolgete. Tra gli alimenti più ricchi di proteine ci sono per esempio: yogurt greco, petto di pollo o tacchino, carne bovina, polpo, tonno, salmone, bresaola, albume d’uovo e fagioli bianchi.

“Non serve fare riscaldamento o stretching”

Falso! Il riscaldamento iniziale (che è diverso dallo stretching) serve per preparare i muscoli agli esercizi. Serve a evitare affaticamento eccessivo ai primi sforzi, contratture e stiramenti muscolari. Come anche le lesioni a tendini e legamenti. Ma soprattutto serve a rendere molto più efficace l’allenamento in palestra, dato che aiuta a svolgere meglio gli esercizi. Lo stretching alla fine aiuta invece a distendere, defaticare ed allungare i muscoli che sono stati sottoposti a tensione e contrazioni. È necessario anche per alleviare i forti dolori post allenamento, che sono comunque indice positivo di attività ben svolta.

“Per eliminare la pancetta, basta fare esercizi addominali”

Falso! Gli addominali sono utili a rinforzare la parete addominale e tonificare il muscolo lì presente. Ma non aiutano a perdere grasso (che poi è lo strato che ricopre i muscoli che formano la cosiddetta “tartaruga”). Molti non sanno che gli esercizi addominali, aumentando il tono dei muscoli dell’addome, prevengono problemi alla schiena. Aiutano infatti a mantenere una postura più eretta, evitando il carico sulla colonna vertebrale. Dunque per eliminare i rotolini dalla pancetta e la zona addominale bisogna avere un allenamento completo in palestra, tra cardio e altre attività. Ma soprattutto bisogna limitare il consumo di zuccheri e grassi a tavola, prediligendo una dieta bilanciata e ricca di nutrienti di qualità.

Back to top button
Privacy