venerdì, Maggio 29, 2020

Ultmissimi

Barred il ristorante con una parola d’ordine “Take Me Home”

Nasce da un concetto chiaro il mood ristorativo portato avanti da Tiziano e Mirko Paolucci con Barred. Consegnano a casa un semilavorato per i...

Sotto il sole di Riccione film: cast, uscita e trama con Tommaso Paradiso

Scritto da Enrico Vanzina, Sotto il sole di Riccione è uno dei film più attesi della prossima estate. Il titolo cinematografico è diretto dai...

Coronavirus fase 2, i matrimoni si fanno in casa: il nuovo trend dei wedding planner

Le disposizioni del Governo in materia di festeggiamenti consentono di fare ricevimenti in casa propria. Questo vale per i matrimoni. E gli italiani, almeno...

Sex and the city: l’ispirazione per i summer look 2020 [ESCLUSIVA]

Nuova ossessione lockdown. Le uscite serali sono ancora limitate, ma le serate casalinghe sono allietate in questi giorni dalle repliche della celebre serie televisiva...

Arte contemporanea: una mostra al Palatino per raccontare il tempo

Metà settembre, il sole è ancora caldo. Siamo a Roma, in uno dei più famosi siti archeologici a ridosso del Colosseo: il Palatino, in cui leggende narrano sia nata la capitale. Arrivare non è semplice, bisogna solo farsi spazio tra i foltissimi gruppi di turisti giapponesi – o di chissà quale altra nazionalità – che si dirigono verso i tornelli dei Fori. Tuttavia, una volta varcata la soglia dell’ingresso del Palatino, la fatica è ampiamente ripagata da una mix affascinante di storia, natura e arte contemporanea.

LA MOSTRA

È proprio quest’ultima a fare capolino tra ciò che resta dell’antichità, grazie alla mostra intitolata Kronos e Kairos – a cura di Lorenzo Benedetti – che chiuderà il 3 novembre. Quindici artisti italiani e stranieri sono stati invitati a partecipare con altrettante opere rielaborate o create appositamente per il luogo ospitante. Kronos è il tempo che scorre, Kairos è il momento opportuno: due elementi legati e contrapposti insieme, poiché Kronos coincide con il tempo come quantità e Kairos con il tempo come qualità. Questo è il tema a cui Nina Beier, Catherine Biocca, Fabrizio Cotognini, Dario D’Aronco, Rä di Martino, Jimmie Durham, Kasia Fudakowski, Giuseppe Gabellone, Hans Josephsohn, Oliver Laric, Cristina Lucas, Matt Mullican, Hans Op de Beeck, Giovanni Ozzola, Fernando Sánchez Castillo si sono ispirati.

Hans Josephsohn, Untitled, 1971. ©ph_studiozabalik

GLI ARTISTI STRANIERI

Tra le prime opere a cui si va incontro, Beast di Nina Beier (Danimarca, 1975), due tori da rodeo motorizzati che si muovono continuamente per resistere al tentativo di dominazione umana. Poi si prosegue con varie sculture di Hans Josephsohn (Zurigo, 1920 – 2012) che raccontano la fragile relazione dell’uomo con il mondo in cui si muove, grazie a figure talmente stilizzate da sembrare prive di corporatura. Rimaniamo in ambito internazionale con Hans Op de Beeck (Belgio, 1969), l’artista belga che si presenta in mostra con un albero senza tempo e surreale, complice il grigio cromatico di cui si caratterizza (e che è anche la cifra stilistica del suo lavoro).

Fabrizio Cotognini, Four Beasts in One, 2019 ©ph_studiozabalik

GLI ARTISTI ITALIANI

Procediamo oltre e nell’incantevole cammino tra le rovine incontriamo anche vari artisti italiani, tra cui ricordiamo Fabrizio Cotognini (Macerata, 1983) e Giuseppe Gabellone (Brindisi, 1973). Cotognini espone un’opera site-specific intitolata Four Beasts in One: la scultura raffigura un cigno mitologico in procinto di morire che, come il cigno del Parsifal wagneriano, intende porci dinnanzi alla decadenza della società in cui viviamo. Invece Gabellone porta un’installazione alquanto scenografica che si compone di una serie di lampadine accese; la struttura in metallo richiama forme antropomorfe che, se da un lato sembrano voler dilatare lo spazio, dall’altro puntano a sfidare la luce naturale che proviene dall’esterno.

Giuseppe Gabellone, Senza titolo, 2018 ©ph_studiozabalik

IL CATALOGO E LE GUIDE

A corredo dell’esposizione, un interessante catalogo edito da Electa che, oltre a costituire un’utile guida alla mostra, raccoglie dei testi critici a cura di diverse personalità del settore che si confrontano proprio sul tema del tempo. Segnaliamo anche che, fino al 3 novembre, nell’area archeologica del Palatino, saranno presenti alcuni studenti di Storia dell’Arte all’Università Sapienza di Roma per spiegare le opere d’arte e per dialogare con i visitatori. Una piccola accortezza che ci auguriamo possa stimolare e arricchire il confronto culturale. Clicca qui per acquistare i biglietti in anticipo.

Kronos e Kairos. I tempi dell’arte contemporanea

Roma, Palatino

19 luglio – 3 novembre 2019

A cura di Lorenzo Benedetti

Promossa da Parco archeologico del Colosseo Coordinamento scientifico Direzione Generale Arte e Architettura contemporanee e Periferie urbane

Organizzazione e catalogo Electa

Orari area mostra – Arcate Severiane, Stadio Palatino e Domus Augustana 19 luglio – 30 settembre dalle 10.00 alle 17.00 1 ottobre – 3 novembre dalle 9.00 alle 16.00

Tutti i biglietti del Parco archeologico del Colosseo danno accesso all’area mostra

www.parcocolosseo.it

Latest Posts

Barred il ristorante con una parola d’ordine “Take Me Home”

Nasce da un concetto chiaro il mood ristorativo portato avanti da Tiziano e Mirko Paolucci con Barred. Consegnano a casa un semilavorato per i...

Sotto il sole di Riccione film: cast, uscita e trama con Tommaso Paradiso

Scritto da Enrico Vanzina, Sotto il sole di Riccione è uno dei film più attesi della prossima estate. Il titolo cinematografico è diretto dai...

Coronavirus fase 2, i matrimoni si fanno in casa: il nuovo trend dei wedding planner

Le disposizioni del Governo in materia di festeggiamenti consentono di fare ricevimenti in casa propria. Questo vale per i matrimoni. E gli italiani, almeno...

Sex and the city: l’ispirazione per i summer look 2020 [ESCLUSIVA]

Nuova ossessione lockdown. Le uscite serali sono ancora limitate, ma le serate casalinghe sono allietate in questi giorni dalle repliche della celebre serie televisiva...

Da non Perdere

Barred il ristorante con una parola d’ordine “Take Me Home”

Nasce da un concetto chiaro il mood ristorativo portato avanti da Tiziano e Mirko Paolucci con Barred. Consegnano a casa un semilavorato per i...

Sotto il sole di Riccione film: cast, uscita e trama con Tommaso Paradiso

Scritto da Enrico Vanzina, Sotto il sole di Riccione è uno dei film più attesi della prossima estate. Il titolo cinematografico è diretto dai...

Coronavirus fase 2, i matrimoni si fanno in casa: il nuovo trend dei wedding planner

Le disposizioni del Governo in materia di festeggiamenti consentono di fare ricevimenti in casa propria. Questo vale per i matrimoni. E gli italiani, almeno...

Sex and the city: l’ispirazione per i summer look 2020 [ESCLUSIVA]

Nuova ossessione lockdown. Le uscite serali sono ancora limitate, ma le serate casalinghe sono allietate in questi giorni dalle repliche della celebre serie televisiva...

Coronavirus, trapiantati i polmoni a un 18enne: intervento da record a Milano

Un ragazzo di appena 18 anni è stato al centro di un complesso intervento chirurgico che lo ha risollevato da condizioni disperate. A causa...
Ads