"
Showbiz

Uomo arrestato in aeroporto: dentro la valigia un contenuto agghiacciante

Un uomo arrestato in aeroporto. Dentro la sua valigia gli agenti hanno trovato un contenuto agghiacciante. Si tratta di un turista fermato a Cayenne-Félix Eboué, in Guyana francese. All’interno del suo bagaglio, contenuto da contrabbando. Circa 100 tarantole e bozzoli pieni di uova. Lui stesso si è definito: “Appassionato di insetti”. La Polizia Sudamericana però, non ha fatto sì che il turista fuggisse con il carico illegale.

L’uomo arrestato in aeroporto, era un polacco diretto a Parigi. Il turista, voleva portarsi a casa le tarantole con l’intendo poi di trafficarle illegalmente. Travel Pulse, riferisce che la Polizia aeroportuale, ha trovato all’interno della valigia 38 tarantole adulte, 50 esemplari giovani e come si legge sul tabloid: ” Dozzine di bozzoli pieni di uova”.

L’uomo arrestato e il contenuto illegale all’interno del bagaglio

Secondo quanto si apprende dalle fonti, i bozzoli e le tarantole, erano conservati dentro delle bottiglie di plastica, avvolte nei vestiti per non essere viste. Tuttavia il trasporto di tarantole vive non è illegale, ma è regolato dall’agenzia francese Oncfs, tutelando le specie locali protette e in via d’estinzione. E’ ancora sconosciuta la modalità secondo la quale il turista si sia procurato il carico di ragni, ma sono state aperte delle indagini.

Le specie protette in Guyana

La Guyana francese è nota per la sua biodiversità: lì vivono 515 diverse specie di ragno. Secondo quanto riportato da fonti ufficiali, negli anni si sta registrando un aumento considerevole del mercato nero di tarantole rare. Pare infatti ci siano collezionisti che sono disposti a pagare diverse centinaia di dollari, per poterne possedere una. Proprio per questo le misure cautelari negli aeroporti sono più serrate rispetto agli anni passati .

L’uomo arrestato voleva creare un allevamento privato di tarantole

Gli agenti si sono chiesti come l’uomo aveva pensato di eludere la sorveglianza. Il carico contenuto nella sua valigia infatti era elevatissimo. Considerando inoltre il numero degli esemplari nel bagaglio del turista polacco, si pensa che l’uomo avesse intenzione di creare un allevamento privato. Il contrabbando e la vendita illecita sono i principali capi d’imputazione per l’uomo arrestato. I ragni venduti illegalmente vengono venduti agli allevatori e agli appassionati. Gli esemplari vengono esposti in teche di vetro e usati addirittura come ornamento. Per fortuna le forze dell’ordine sono riuscite a salvare gli animali ed evitare loro una morte quasi certa.

Francesca Perrone

  • Cultura, Ambiente & Pets

    Messinese trasferita a Roma per gli studi prima in Scienze della Comunicazione Sociale presso l'Università Pontificia Salesiana, con una tesi su "Coco Chanel e la rivoluzione negli abiti femminili", poi per la specializzazione in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo alla Sapienza. Collabora con l'Agenzia ErregiMedia, curando rassegne stampa nel settore dei rally e dell'automobilismo. La sue passioni più grandi sono la scrittura, la moda e la cultura.
    Responsabile dei blog di VelvetMAG: VelvetPets (www.velvetpets.it) sulle curiosità del mondo animale e di BIOPIANETA (www.biopianeta.it) sui temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità.

Back to top button
Privacy