"
MondoNewsPrimo piano

ULTIM’ORA – Francia, è morto l’ex presidente Jacques Chirac

A 86 anni si è spento Jacques Chirac, l’ex presidente della Repubblica francese. Lo hanno riferito fonti della famiglia. “Il presidente si è spento giovedì mattina fra i suoi cari“, ha riferito il genero Frèdèric Salat-Baroux, marito di Claude Chirac, figlia dello statista. Presidente della Repubblica francese dal 1995 al 2007, già sindaco di Parigi, primo ministro e presidente del Consiglio europeo, Chirac aveva 86 anni.

Si era ritirato da diversi anni dalla politica e della vita pubblica. Viveva con la moglie Bernadette nella sua casa a Parigi. Nel 2005 fu vittima di un ictus e prima di lasciare l’Eliseo fu costretto a diversi ricoveri in ospedale. Negli ultimi tempi era apparso pochissimo in pubblico.

Nel 1995 era stato eletto ventiduesimo presidente della Repubblica francese, neogollista. Aveva nominato primi ministri Alain Juppè e, durante la cohabitation con i socialisti, Lionel Jospin. Rieletto nel 2002, ha nominato primi ministri Jean-Pierre Raffarin e Dominique de Villepin. Nel marzo 2007, in un messaggio, Chirac aveva annunciato la sua intenzione di non candidarsi per un terzo mandato presidenziale dichiarando il suo sostegno a Nicolas Sarkozy.

I mandati di Chirac all’Eliseo restano caratterizzati dal suo “no” alla seconda guerra in Iraq. Dalla fine della leva obbligatoria e dal riconoscimento della responsabilità della Francia nei crimini nazisti. Ma anche dal passaggio dal mandato presidenziale di 7 anni a quello di 5. Due sconfitte nella corsa all’Eliseo – nel 1981 e nel 1988 sempre contro Francois Mitterrand – non lo fecero desistere e al terzo tentativo centrò l’obiettivo.

L’attuale presidente della Francia, Emmanuel Macron, ha deciso di annullare l’odierna visita a Rodez, nel sud della Francia. Lì avrebbe dovuto lanciare una “grande consultazione” pubblica sul futuro della riforma delle pensioni. Macron pronuncerà un discorso in tv alle 20 di questa sera, 26 settembre, in omaggio a Chirac. Le bandiere di tutti gli edifici della capitale saranno esposte a mezz’asta.

È una parte della mia vita che sparisce oggi“, ha detto l’ex capo dello Stato Nicolas Sarkozy, esprimendo la sua “profonda tristezza”. “Ha incarnato una Francia fedele ai suoi valori universali e al suo ruolo storico”. E “non ha mai ceduto sulla nostra indipendenza, e al tempo stesso sul suo profondo impegno europeo”.

Photo credits: Twitter

Domenico Coviello

Attualità, Politica ed Esteri

Professionista dal 2002 è Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze. Come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione web de La Nazione, Il Giorno e Il Resto del Carlino, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a City, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli. Un passaggio alla Gazzetta dello Sport a Roma, e al desk del Corriere Fiorentino, il dorso toscano del Corriere della Sera, poi di nuovo sul sito di web news FirenzePost. Ha collaborato a Vanity Fair. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma.

Back to top button
Privacy