Scoperta incredibile dentro lo stomaco di un alligatore: ecco cosa è stato trovato

Una scoperta davvero incredibile è stata fatta nelle ore scorse ed ha come protagonista un alligatore. Dentro lo stomaco del grosso anfibio infatti è stato trovato qualcosa di sconvolgente che ha lasciato tutti senza parole. La notizia arriva dallo zoo di Nagoya in Giappone. Il predatore, ospite della struttura giapponese è venuto a mancare nei mesi scorsi.

Dopo il decesso dell’animale i medici hanno fatto alcune indagini per appurare la causa della morte. Così si è venuti a conoscenza dell’assurda scoperta. Dentro il corpo dell’animale: oltre 300 monetine di rame. Gli spiccioli devono essere stati ingoiati dall’alligatore nel corso degli anni. Con molta probabilità provengo dalle ‘tasche’ dei turisti che, non curanti, gettavano i soldi nella laguna dove viveva l’animale.

Le monete la causa del decesso dell’alligatore?

Durante tutto il corso della sua vita, l’alligatore ha ingerito le monete dei turisti, tanto da riempire il suo stomaco di rame. Nonostante la presenza massiccia di spiccioli, all’interno dello stomaco dell’anfibio, i veterinari dubitano che questa possa essere la vera causa del decesso. Il rettile, arrivato nello zoo di Nagoya nel 1965 aveva ben 54 anni, quando è morto. L’autopsia ha rivelato l’enorme quantità di spiccioli, in gran parte da 5 e 10 yen, ma quest’ultime non hanno causato lesioni agli organi interni. Il predatore dello zoo giapponese, sarà deceduto probabilmente per anzianità.

Loading...
Loading...

Il parere degli esperti

Analizzato accuratamente il corpo dell’alligatore, gli esperti hanno dedotto che l’animale avrà ingerito le monete insieme ai sassolini. Inoltre è interessante osservare come la presenza di sassi all’interno dello stomaco di questi anfibi sia naturale, perché ne facilitano la digestione. Quindi con ogni probabilità l’animale deve aver scambiato gli yen per piccole pietre, ingerendole volontariamente. 

Ma perché i turisti hanno lanciato le monete all’alligatore?

Siamo abituati a lanciare o veder lanciare monetine nelle fontane delle piazze più affollate. L’usanza è legata all’idea che con tale gesto si possa poi esprimere un desiderio. Ebbene, in Giappone tale pratica non è relativa solo alle fonti d’acqua artificiali, ma i giapponesi sono soliti lanciare monete all’interno di ruscelli, corsi d’acqua e lagune, al fine di poter esprimere un desiderio. Peccato che questi luoghi siano spesso abitati da animali. La stampa locale, racconta infatti della presenza di cartelli che vietano quest’attività all’interno dello stagno dello zoo. Ma i turisti sembrano non curarsene. Ecco allora che capita di frequente di trovare situazioni simile a quelle dell’alligatore nella struttura di Nagoya.

 

Loading...
Loading...