Parigi Fashion Week: il romanticismo di Giambattista Valli e la diversità di Elie Saab

Giambattista Valli, stilista romano ormai trapiantato in Francia, sfila nel calendario della Fashion Week parigina da diversi anni. Dal 2011 è stato accettato come membro ufficiale della Chambre Syndicale de la Haute Couture, uno fra i pochi designer non francesi che ha avuto il privilegio di essere inserito nel prestigioso albo. Suo è il merito di aver avvicinato una nuova generazione di clientela all’alta moda. Indimenticabile fu l’abito rosa disegnato per Jessica Biel in occasione delle sue nozze con Justine Timberlake.

Giambattista Valli e il suo giardino segreto

Al Museo delle Arti Decorative va in scena la nuova collezione primavera/estate 2020 del designer. Un inno alla femminilità e alla grazia. Donne eteree incedono in passerella con delicate orchidee tra i capelli ed il viso. Valli si ispira a Peggy Guggenheim, a Gloria Vanderbilt, ma anche a Louise Nevelson. Ci sono abiti intrisi di ricami, orli gioiello, rouches, cinture ma anche tessuti damascati a fiori e disegnati mirabilmente. Vestiti raffinati in chiffon di seta con stampe bucoliche dai toni pastello.

Loading...
Loading...

Ai piedi delle mannequin ci sono sandali art decò e gioielli impreziositi da bouquet di fiori. Le fantasie raccontano di rose e di deliziosi ranuncoli. Troviamo anche eleganti trench, pantaloni a vita alta di foggia maschile, vestiti di ispirazione ottocentesca ma rivisitati in chiave moderna grazie alle lunghezze mini. Divertenti cappelli secchiello completano i look proposti. Tra i colori della nuova stagione troviamo: giallo, rosa intenso, bianco, nero, verde delicato. Una collezione calibrata che sembra condurci verso un magico giardino incantato.

Elie Saab ed il mix di culture

Una riflessione sulla diversità che anima le grandi savane dell’Africa. Questo è il mood della sfilata della nuova collezione primavera/estate 2020 di Elie Saab.

Il couturier libanese si lascia suggestionare sul continente africano. Non mancano però gli evergreen della maison: i grandiosi abiti da sera in jersey, cady, taffettà e pizzo. Ma anche i vestiti di paillettes e i delicati abiti da giorno in broccato. Fra i look da giorno troviamo le giacche con le spalline e le tasche nei toni del deserto, le stampe con fantasie olandesi.

Appaiono anche i caftani e gli eleganti look da safari in seta trasformati da mantelli ampi. Come sempre troviamo i seducenti turbanti color gioiello e i gioielli di perline di grandi dimensioni. I tessuti sono morbidi e la sartoria impeccabile, così come vuole la cultura Saab. I capi saldi del brand sono mescolati con sapienza e grazia allo stile afro. Un mix di culture unite da grazia e bellezza, è questa l’interpretazione della nuova stagione del designer. Di grande effetto gli chemisier e le giacche dai tessuti semi rigidi, ma anche le jumpsuit e gli abiti lunghi e svolazzanti impreziositi da gioielli tribali sul collo. Tra i colori utilizzati troviamo: rosso, bordeaux, verde oliva e blu, intervallato dai pastelli: rosa e azzurro ed i classici: bianco e nero. Elie Saab si conferma essere lo stilista che vende più haute couture nel mondo. Tra le sue clienti ci sono persino la regina Rania di Giordania, Halle Berry e Nicole Kidman.

Loading...
Loading...