"
Musica

Elton John, la delusione per Il Re Leone: “Hanno rovinato la musica”

Elton John, a quasi tre mesi di distanza dall’uscita del film, spara a zero sul remake de Il Re Leone, classico intramontabile a cui si è voluto ridare vita, o almeno provarci, tramite la tecnica di animazione computerizzata fotorealistica.

Elton John: “Hanno rovinato la musica”

Rocket Man, compositore ed esecutore delle canzoni per il film d’animazione del 1994, oltre ad aver collaborato all’adattamento dei brani più celebri come “Circle of life” e “Hakuna Matata” per il nuovo lungometraggio, in definitiva è stato estremamente duro sul film:

Hanno rovinato la musica. La musica era parte integrante del film originale ma nel più recente la musica non ha avuto lo stesso impatto. La magia e la gioia si sono perse. Vorrei essere stato coinvolto di più ma la visione creativa del film e della sua musica era diversa questa volta e non sono stato accolto o trattato con lo stesso livello di rispetto. Questo mi ha rattristato molto. Sono molto felice che lo spirito giusto della musica vive con il musical ‘Lion King’.”

1994, il soundtrack de Il Re Leone era il più venduto in assoluto

La colonna sonora de Il Re Leone venticinque anni fa fu il disco più venduto del 1994 e risultò, ai tempi, il soundtrack per cartone animati più venduto in assoluto e l’unico certificato diamante (10x platino). Al contrario, ha sostenuto Elton John, la colonna sonora uscita lo scorso 19 luglio – in concomitanza con l’arrivo del film nelle sale cinematografiche statunitensi – ha perso rapidamente le posizioni alte delle classifiche nonostante l’enorme successo al botteghino del lungometraggio.

L’emozione e l’affetto per il grande classico non sono state quindi forti come nel cartone e la “freddezza” dei personaggi (resi inespressivi proprio come degli animali reali, ma quindi meno di impatto rispetto al cartone) hanno favorito il distacco dall’esperienza cinematografica.

Nel 1994, Elton John espresse interesse nello scrivere “canzoni ultra-pop che i ragazzi vorrebbero; poi gli adulti possono andare a vedere quei film e ottenere altrettanto piacere“, citando una possibile influenza de Il libro della giungla, dove sentiva che la musica “era così divertente e faceva appello a bambini e adulti”.

Back to top button
Privacy