Mercedes-Benz Fashion Week di Tbilisi, la kermesse ha festeggiato i 10 anni

Decima edizione nella capitale georgiana per la Mercedes-Benz Fashion Week Tbilisi: cinque giorni di sfilate dominate dalla fresca e istintiva creatività di designer, stilisti e artisti emergenti. Quaranta collezioni di altrettanti brand, tra cui Dominnico nella sezione “fashion talents”, in omaggio a uno scambio “modaiolo”, con la Mercedes Fashion Week di Madrid.

Quaranta le sfilate che hanno entusiasmato gli appassionati di moda, con collezioni Primavera/Estate 2020 presentate alla Tbilisi Philarmonic e presso altre sedi storiche della città della Georgia. Altrettanti ospiti internazionali provenienti da tutto il mondo arrivati per l’occasione.

Loading...
Loading...

La Mercedes-Benz Fashion Week di Tbilisi è stata ancora una volta l’occasione per ammirare, dal 31 ottobre al 4 novembre, uno scenario emozionante e innovativo fatto di tendenze e ispirazioni di una nuova generazione di designer, giovani appassionati che nella creazione delle collezioni hanno impiegato tecnica, anima e cuore. La kermesse modaiola ha festeggiato i dieci anni di vita, durante i quali tanti giovanissimi hanno avuto modo di vedere la propria griffe crescere e affermarsi.

All’interno della sezione Mercedes-Benz Fashion Talents  è stata presentata la collezione estiva di Dominnico, stilista di Alicante che vive a Barcellona e che sta affrontando con successo, una dopo l’altra, le piazze della moda, come la European Fashion Union di Budapest e la Alicante Fashion Week. Nonostante la sua giovane età tra i suoi estimatori ci sono personaggi del calibro di Lady Gaga, Rita Ora e  Rosalia. A Tbilisi ha presentato “Harajuku Kids”, collezione ispirata dalla generazione Club Kids della Londra anni ’90 e dalla recente ascesa dei social media.

Sicuramente innovativi i capi ricoperti di rouches nei colori pastello, nelle nuance del lilla, del rosa confetto, del grigio perla con sfumature violacee. Tra i tessuti scelti, il tulle impiegato per voluminose balze, il taffetà, il raso di seta, la pelliccia ecologica e il poliestere, per impermeabili trasparenti dal taglio perfetto.

Avveniristici i capi confezionati con stoffe dai bagliori metallici: trench, capi spalla, persino abiti da sera con giganteschi fiocchi.

Tra gli ospiti internazionali della Mercedes-Benz Fashion Week di Tbilisi Martin Margiela, che ha presentato una serie di opere di Jonathan Hallam, scattate a individui anonimi coinvolti nella maison Martin Margiela di Parigi dal 1997 al 2004  intitolata “La Femme de Cabine”. Pitti Immagine invece ha proposto un dibattito con Lee Wood, direttore creativo di Bikkembergs mentre Tomas Auksas, filmmaker, artista e direttore creativo dell’organizzazione internazionale di diplomazia culturale Liberatum, ha presentato due film-documentari su temi sociali e globali: Intersex e Global Climate Change.

Non solo moda ma anche sociale per la Mercedes-Benz Tbilisi Fashion Week, che continua a portare avanti con entusiasmo le sue attività in partnership con il Fondo delle Nazioni Unite per la Popolazione, ovvero l’UNFPA. Questo organismo  aiuta i paesi in via di sviluppo a individuare soluzioni per le questioni demografiche e agevola la comprensione dei problemi della popolazione, come la parità di genere e l’emancipazione femminile, contribuendo a risolverli a livello governativo.

Photo Credits: Mercedes-Benz Fashion Week Tbilisi Press Office, Karla Otto

Loading...
Loading...