Gran Ballo della Venaria Reale: il 16 novembre a Torino l’evento culturale di charity

Al via la XXV edizione di “Vienna sul Lago”, l’attesissima manifestazione che dal 1995 unisce formazione, solidarietà e cultura in un unico evento. In occasione del “Nastro d’Argento” per la nuova edizione, la Nave Scuola “Amerigo Vespucci” approda alla Reggia Sabauda della Venaria Reale. L’appuntamento è previsto per Sabato 16 novembre.

La Nave Scuola della Marina Militare

Un’edizione davvero speciale, consolidata dalla partenza della Nave Scuola della Marina Militare, ormai da 20 anni protagonista attiva di questo evento insieme ai suoi allievi dell’Accademia Navale di Livorno, tutti impegnati in un percorso formativo e culturale che ha proprio l’obbiettivo di far crescere e valorizzare le varie eccellenze del nostro Paese. Un’iniziativa, questa, che affonda le sue radici nelle particolarità storiche, culturali, scientifiche e militare della nostra Penisola e che, proprio per questo, ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti anche da parte della Presidenza della Repubblica italiana e austriaca.

Loading...

Tantissimi anche i patrocini dei quali ha goduto nel corso degli anni, come quelli della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero della Difesa, del Ministero degli Affari Esteri, del Ministero dei Beni Culturali, della Regione Piemonte, delle Ambasciate d’Austria presso il Quirinale e presso la Santa Sede e della Città di Vienna.

Il Gran Ballo della Venaria Reale

Molte le iniziative, tra cui spicca il meraviglioso “Gran Ballo della Veneria Reale”, organizzato per il prossimo 16 novembre nella Reggia della Venaria Reale di Torino, il magico scenario che incornicerà l’evento.

Impossibile non prestare attenzione alla campagna di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne che, per il secondo anno consecutivo, si manifesta attraverso l’adesione al progetto “scarpette rosse”. Le giovani Deb indosseranno, proprio durante la serata di charity, gli abiti realizzati dallo stilista di fama internazionale Carlo Pignatelli, abbinati a delle “scarpette rosse”: un atto simbolico, volto a tenere vivo il messaggio del progetto “Zapatos Rojos” realizzato per la prima volta nel 2009 a Ciudad Juárez, la città di frontiera nel nord del Messico dove è nato il termine “femminicidio”.

Il Premio Costanzo

Anche quest’anno non mancherà l’appuntamento con il “Premio Costanzo”, introdotto la scorsa edizione, per rendere omaggio al Gen. Delio Costanzo attraverso un riconoscimento che mantenga alto l’onore di tutte le Donne, gli Uomini e le Istituzioni che, attraverso il loro operato nei singoli campi professionali, hanno reso un importante servizio al Paese. Tra i premiati di quest’anno spiccano i nomi del Cav. Giorgetto Giugiaro, “il genio del design”, e  Jessica Rossi, vincitrice della medaglia d’oro ai Giochi olimpici di Londra 2012 nel trap femminile.

Sulle note dell’Orchestra Giovanile del Liceo Artistico, Musicale e Coreutico “Felice Casorati e sotto l’elegante regia della storica coreografa Ida Pezzotti, circa trenta debuttanti accompagnate dai rispettivi cavalieri, Allievi Ufficiali dell’Accademia Navale, varcheranno la maestosa porta d’accesso alla Galleria Grande.

A beneficiare della raccolta fondi della serata sarà il Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta, mentre la serata verrà presentata da un professionista della portata di Fulvio Giuliani, capo redattore di RTL 102.5, con la partecipazione di Carlotta Stramare, Miss Italia 2019 e Gessica Notaro, quest’ultima nelle vesti di testimonial forte e coraggiosa della battaglia contro la violenza di genere.

Loading...
Loading...