Maltempo sull’Italia: neve e valanghe, paura per la piena dell’Arno a Pisa e a Firenze

Situazione sempre più difficile, in alcuni casi drammatica, per il maltempo in Italia. Dall’Ato Adige (foto in basso) a Pisa (foto in alto). In val Martello (Alto Adige), alle 8.50 di oggi 17 novembre, una valanga si è abbattuta su una zona abitata. A causa delle avverse condizioni meteorologiche l’elicottero non può volare. In queste ore sta nevicando intensamente su tutta la provincia, anche a Bolzano. Sono attualmente 6.500 le utenze senza energia elettrica. La val Martello è isolata.

Le autorità hanno disposto la chiusura dell’autostrada del Brennero in entrambe le direzioni tra Bressanone e Vipiteno per motivi di sicurezza. L’entrata di Bressanone in direzione nord e l’entrata di Vipiteno in direzione sud sono chiuse al traffico.

Medici e sanitari hanno trasportato, intanto, in codice rosso all’ospedale dei Castelli il giovane di 23 anni che era al volante dell’auto distrutta sabato sera. Attorno alle 21 un albero è crollato a causa del maltempo ad Albano Laziale, Comune dei Castelli Romani. Sul posto, oltre ai vigili del fuoco, i poliziotti del commissariato di Genzano. L’albero è stato rimosso.

Loading...

Sempre nella notte fra ieri e oggi 17 novembre in via Cassia Nuova, nei pressi di Corso Francia, nella Capitale, un albero è caduto su un’auto in transito. In questo caso l’automobilista è rimasto illeso. Sul posto, oltre ai vigili del fuoco, pattuglie del commissariato Flaminio e dei colleghi di Ponte Milvio.

Continua a salire l’Arno a Firenze, con probabile picco di piena alla stazione di rilevamento di “Firenze Uffizi” intorno alle 12 di oggi, prossimo o di poco inferiore al secondo livello di criticità (5,5 metri), comunque al di sopra dei massimi registrati negli ultimi 20 anni. Così le valutazioni degli esperti del Centro funzionale regionale. La vicesindaca Cristina Giachi ha disposto l’attivazione del Centro operativo della protezione civile del Comune.

Dopo un’intera notte di pioggia e di continuo monitoraggio della situazione, la protezione civile di Pisa ha deciso di avviare stamani il piano di prevenzione e dalle 7.30 sono chiusi al traffico i lungarni del centro della città. L’obiettivo è consentrie le operazioni di montaggio delle paratie sulle spallette e la distribuzione dei sacchi di sabbia in tutte le strade dell’anello dei lungarni compreso fra il ponte Solferino e il ponte della Cittadella.

Loading...
Loading...