Cane blu, il proprietario rivela: “L’ho dipinto perché andava fatto” [VIDEO]

Nelle ultime ore un’immagine sta facendo il giro del web: un cane blu. Il proprietario dell’animale rivela il perché di questo assurdo gesto. A dipingere il quattro zampe con la vernice è stato infatti lo stesso uomo, che dopo essere stato accusato di maltrattamento si è difeso adducendo come motivazione una scusa piuttosto improbabile.

Gli animalisti hanno accolto con incertezza le parole dell’uomo che, dopo aver pubblicato sui social le immagini del suo cane blu, ha ricevuto attacchi da numerosi utenti. In tanti infatti hanno denunciato il fatto alla Polizia, tanto che gli agenti hanno convocato l’uomo che ha provato a difendersi.

Il cane blu dipinto dal suo proprietario

Juan Diego Pérez tiene il suo cane con una mano e con l’altra dipinge il suo cane. Attorno a lui assistono alla scena parenti e amici. Il filmato pubblicato sui social mostra la scena per intero. L’animale è visibilmente spaventato e resta immobile. L’indescrivibile atto avviene in una zona rurale di Las Charcas de Azua (Repubblica Dominicana). Il proprietario del cane blu commenta il video affermando: “Tutti quelli che sono qui sono responsabili di ciò che può accadere a questo animale“. Eppure pare che non tutti i presenti al fatto fossero d’accordo con quello che stava per succedere.

Loading...

La motivazione assurda

Colpevolizzato da tutti coloro che vedendo il vide si sono indignati. Juan Diego Pérez prova a difendersi. La motivazione infatti è apparsa assurda a molti. Tuttavia pare che l’uomo abbia confessato alla Polizia locale: “L’ho lavato bene questa mattina. Non volevo fargli del male, ma volevo vedere se poteva servire per togliergli la scabbia. Mi scuso perché i cani sono miei, non faccio male agli animali”. Queste le scuse dell’uomo rivolte alle autorità e alla sua comunità. Ma pare che non tutti siano rimasti soddisfatti e le immagini di quel povero e spaventato cane blu hanno sconvolto tutti e con probabilità si attendono provvedimenti per Pérez.


Loading...
Loading...