"
NewsPrimo piano

Chirurgia estetica: cresce la voglia del ritocco. Ecco gli interventi più “gettonati”

Non conosce interruzioni né retrocessioni la passione per la chirurgia estetica. Il ritocco non tramonta. Nel 2018, spiega in un dispaccio online AdnKronos, sono state eseguite complessivamente, a livello internazionale, 1.009.200 procedure estetiche. Ovvero il 7% in più rispetto a quelle registrate da Isaps (International Society for Aesthetic and Plastic Surgery) nel 2016 (in totale 938.000). Sono dati che confermano un trend di crescita “rimasto pressoché costante negli ultimi cinque anni”. A variare, anche e non di molto, è la classifica degli interventi più gettonati. Al primo posto resta “regina” la mastoplastica additiva, seguita da blefaroplastica e liposuzione.

Trattamenti chirurgici e non chirurgici

La “fotografia” della situazione arriva dall’Associazione italiana chirurghi plastici estetici (Aicpe) che ha permesso un’elaborazione relativa ai dati 2018 su procedure di chirurgia plastica e medicina estetica in Italia. Il confronto con i dati del 2016 pubblicati da Isaps permette di delineare alcune tendenze del settore. Ebbene, sul totale delle procedure analizzate, le pratiche di tipo chirurgico sono state il 31,8% (pari a 320.510), in linea con il 2016. I trattamenti non chirurgici invece (il 68,2% del totale) sono aumentati dell’8%, con 688.690 procedure nel 2018, contro le 633.000 rilevate due anni prima.

Dalla mastoplastica al lipofilling

Tornando alla classifica, al primo posto tra gli interventi di chirurgia plastica a fini estetici si conferma per il secondo anno la mastoplastica additiva. Sono state infatti 52.600 le operazioni per aumentare il seno nel 2018, con un incremento rispetto al 2016 del 9%. Il secondo intervento più richiesto, da uomini e donne, è la blefaroplastica: +21% in due anni, con 51.000 interventi nel 2018. Al terzo posto c’è la liposuzione, con 45.600 pratiche stimate, in diminuzione però dell’11% rispetto al dato 2016. Mentre in quarta posizione troviamo il lipofilling del volto (24.300, +5%) e a seguire l’addominoplastica, con 21.800 interventi rilevati nel 2018, il 21% in più rispetto al 2016.

Gli uomini chiedono la rinoplastica

La rinoplastica rimane infine il ritocco più richiesto dagli uomini – al sesto posto in termini numerici – benché in diminuzione rispetto al dato precedente (20.560 interventi nel 2018, – 33% rispetto al 2016). In crescita anche i trattamenti dei glutei. Quanto alla medicina estetica, l’Osservatorio Aicpe segnala un deciso aumento. Le sostanze iniettabili, utilizzate principalmente per il ringiovanimento del volto, segnano un +6%. Il dato 2018 si aggira intorno ai 545.850 trattamenti (contro i 512.000 del 2016), con netta prevalenza di utilizzo della tossina botulinica (272.600 pratiche) e dell’acido ialuronico (250.400). A registrare una crescita decisamente più rilevante, continua il report, sono tutte quelle pratiche estetiche realizzate nello studio medico con l’utilizzo di tecnologie.

 

Domenico Coviello

Attualità, Politica ed Esteri

Professionista dal 2002 è Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze. Come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione web de La Nazione, Il Giorno e Il Resto del Carlino, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a City, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli. Un passaggio alla Gazzetta dello Sport a Roma, e al desk del Corriere Fiorentino, il dorso toscano del Corriere della Sera, poi di nuovo sul sito di web news FirenzePost. Ha collaborato a Vanity Fair. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma.

Back to top button
Privacy