"
Healthy & Beauty

Cipria: come usarla correttamente e a cosa serve

Spesso usata male e per lo scopo sbagliato, la cipria è necessaria per un make up perfetto. Ecco a cosa serve e come usarla al meglio.

Cipria: ecco a cosa serve davvero

Molte donne non ne riescono a capire l’utilità e decidono di escluderla dal loro itinerario beauty. Altre donne, invece, ne fanno abuso utilizzandola anche dove non serve. La cipria, insomma, è l’elemento incompreso del beauty case ed è giunto il momento di mettere in chiaro a cosa serve.

Il compito fondamentale della cipria è quello di uniformare e opacizzare la pelle. Allo stesso tempo questo cosmetico è il miglior alleato per il fissaggio del trucco. La si può trovare in commercio sotto varie forme, sia compatta che in polvere, e in molte varianti di colore, dal bianco fino al marrone scuro delle ciprie abbronzanti.

Come applicarla nel modo corretto e cosa non fare

Prima di scegliere la cipria adatta, bisogna valutare le proprie esigenze, legate con il tipo di pelle.

Per un trucco adatto a tutte le occasioni va utilizzata una piccola spolverata di prodotto, da applicare nella famosa zona T, ovvero fronte, naso e mento. Se avete una pelle spenta e volete osare con un look luminoso, allora provate una cipria illuminante perfetta per le occasioni speciali, ma sconsigliata a chi ha una pelle grassa e luminescente.

Per minimizzare i pori della pelle, infine, è consigliato optare per una cipria trasparente, che agisce senza essere appariscente.

Passiamo alle cose da non fare. La cipria è un fissante per il make up, se questo non c’è allora anche la cipria non ha motivo di essere utilizzata.

Un altro divieto riguarda l’uso di questo cosmetico associato a fondotinta che hanno proprietà opacizzanti e cipriate. Il rischio è quello di una pelle secca e spenta.

 

LEGGI ANCHE: Bere 4 caffè al giorno riduce il rischio di diabete e pressione alta: la ricerca

Roberta Gerboni

Beauty & Royal affairs

Siciliana, vive a Roma. Appassionata di scrittura e giornalismo fin da giovane, inizia il proprio percorso in redazione a 17 anni, occupandosi di cultura e attualità. Per tre anni redattore del Corriere di Gela, si è dedicata alla redazione di articoli per varie testate online.
Laurea Magistrale con Lode in Lettere Classiche all' Università degli Studi di Siena, dopo aver conseguito la laurea triennale in Lettere a Catania.
Appassionata di salute, bellezza e delle vite dei reali di tutto il mondo.

Back to top button
Privacy