CronacaNews

Natale e Santo Stefano, maltempo addio. Ecco le previsioni meteo

Volge al termine la fase di intenso maltempo che ha imperversato in Italia. Nei prossimi sette giorni e oltre, “la grande protagonista sarà l’alta pressione”. Lo fa sapere IlMeteo.it, avvisando però che “nella giornata di lunedì 23 dicembre forti venti di maestrale causeranno ancora alcuni danni. Non mancheranno violente mareggiate soprattutto sul basso Tirreno. Le raffiche di vento potranno raggiungere anche i 130 chilometri all’ora. Le piogge si svilupperanno soprattutto su Calabria e Sicilia Nordorientale.

Per il giorno di Natale, mercoledì 25 dicembre, e quello di Santo Stefano, giovedì 26, “il bel tempo sarà prevalente con sole quasi ovunque“, dicono gli esperti de IlMeteo.it. Da segnalare soltanto la formazione di qualche nebbia o foschia densa sulle coste friulane, sulla Pianura Padana e sulla Toscana e inoltre occasionali e temporanei annuvolamenti.

Tra venerdì 27 e sabato 28 dicembre, inoltre, “l’innalzamento dell’anticiclone verso latitudini più settentrionali favorirà l’arrivo di aria più fredda dai Balcani – dicono gli esperti -. Le immediate conseguenze si faranno sentire soprattutto sulle temperature, che caleranno nei valori notturni. Al Nord Italia si potrà arrivare sotto lo zero, Nei valori diurni si assisterà a un calo. Le temperature “scenderanno sotto la media sulle Regioni adriatiche centro-meridionali e al Sud”. Per Capodanno, infine, “possibile nuova irruzione di aria fredda, questa volta dal Polo Nord”.

Domenico Coviello

Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze, come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione Internet de “La Nazione”, “Il Giorno” e “Il Resto del Carlino”, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni, sempre su Internet, all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a “City”, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli – Corriere della Sera. Un passaggio alla “Gazzetta dello Sport” a Roma, e al desk del “Corriere Fiorentino”, il dorso toscano del “Corriere della Sera”, poi di nuovo su Internet per il sito di news “FirenzePost”. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma, e da qui l’approdo a “Velvet Mag”. Ha collaborato a “Vanity Fair”.

Correlati

Lascia un commento

Back to top button