"
News

Vacanze sugli sci, ogni anno migliaia di incidenti. Dieci regole per evitarli

Ogni anno, in Italia, si registrano oltre 30 mila incidenti sulle piste da sci. Di questi, 1700 costringono le persone a un ricovero in ospedale. Tuttavia, una buona preparazione atletica, prudenza e buon senso aiutano a evitare il peggio.

Occorre quindi che coloro i quali pianificano una vacanza tra sci, snowboard, pattinaggio sul ghiaccio, slittini e ciaspolate, si preparino adeguatamente. Secondo il Sistema Nazionale di Sorveglianza sugli Incidenti in Montagna, coordinato dall’Istituto Superiore di Sanità, gli incidenti sulla neve coinvolgono più gli uomini (55%) che le donne (45%). Nel 50% dei casi accadono entro i 30 anni di età.

Nel 33% dei casi l’intervento di soccorso sulle piste è effettuato in seguito a distorsioni. Seguono contusioni (26%), fratture (14%), ferite (9%) e lussazioni (8%). “Questi traumi possono richiedere anche un intervento chirurgico. Se lo sci sollecita in modo particolare le articolazioni e, tra queste, soprattutto quelle degli arti inferiori – sottolinea all’Ansa Francesco Falez, presidente della Società italiana di Ortopedia e traumatologia (Siot) – lo snowboard espone a maggior rischio gli arti superiori, soprattutto spalla, mano e polso”.

Ben il 65% degli infortuni avviene in condizioni di buona visibilità, quindi non imputabile a maltempo, ma sono causati da perdita di controllo. Pertanto, in occasione dell’avvio della stagione sciistica, ecco un vademecum per proteggersi dai rischi.

1. Buona preparazione fisica: alcuni mesi prima delle vacanze in montagna è buona regola dedicarsi a un allenamento mirato.
2. Mai sottovalutare dolori e fastidi: sono campanelli d’allarme che possono alterare il controllo sul movimento.
3. Riscaldamento: ricordarsi dello stretching per le articolazioni prima delle discese.
4. Prudenza: comprendere i propri limiti, mai esagerare, fermandosi se necessario.
5. Meteo: valutare attentamente le condizioni meteorologiche, visibilità e caratteristiche della neve.
6. Velocità: deve essere adeguata alla preparazione tecnica e fisica, alle condizioni del tempo e delle piste.
7. Regole: rispettare la segnaletica sulle piste, effettuando soste e sorpassi solo dove consentito.
8. Pasti: non appesantirsi a pranzo e non saltare mai la prima colazione.
9. Procedere in compagnia: per poter avere aiuto in caso di necessità.
10. Casco: è efficace nel ridurre il rischio di trauma cranico, va usato da adulti e bambini.

Domenico Coviello

Attualità, Politica ed Esteri

Professionista dal 2002 è Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze. Come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione web de La Nazione, Il Giorno e Il Resto del Carlino, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a City, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli. Un passaggio alla Gazzetta dello Sport a Roma, e al desk del Corriere Fiorentino, il dorso toscano del Corriere della Sera, poi di nuovo sul sito di web news FirenzePost. Ha collaborato a Vanity Fair. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma.

Back to top button
Privacy