"
NewsPrimo pianoSport

Sci, Paris trionfa a Bormio. Grande vittoria nella discesa libera [VIDEO]

Grande successo italiano in Coppa del mondo di sci, oggi 27 dicembre. L’azzurro Dominik Paris ha vinto per la quarta volta la discesa libera, a Bormio, con il tempo di 1’49″56. Paris ha preceduto di 39 centesimi lo svizzero Beat Feuz e di 42 centesimi l’austriaco Matthias Mayer. Dominik sale adesso al secondo nella classifica generale di Coppa del mondo, a -30 dal norvegese Kristoffersen.

“Ci provo sempre a tutta”

“Ho rischiato abbastanza oggi. Alla Carcentina ho perso un po’ di velocità – è il suo primo commento -, però mi sono salvato abbastanza bene. Mi piace quando la neve è dura, mi diverto.  Non va sempre bene, ma io ci provo sempre a tutta”.

L’uomo dei record

La gara di oggi era valida come recupero di quella annullata sabato scorso per maltempo in Val Gardena. Per Paris, altoatesino di 30 anni, è la terza vittoria in serie in discesa su questa pista. La quarta in questa disciplina a Bormio ed il quinto successo valtellinese. Se si tiene conto del primo posto dello scorso anno anche in superG. Mai nessuno come lui. L’azzurro ha così conquistato la 17ª vittoria ed il 35º podio in carriera mentre nel palmarès ha pure il titolo mondiale di superG conquistato un anno fa oltre alla coppa del mondo in questa specialità.

Presto nuove sfide

Miglior azzurro dopo Paris è stato Mattia Casse in 1.51.75. Al momento è 16º tempo dopo esser stato terzo nella prova cronometrata. Per l’Italia – in una gara come sempre faticosa e difficile, con partenza abbassata di qualche porta, cielo coperto e visibilità uniforme, fondo compatto e molto duro ma non ghiacciato – ci sono poi più indietro Emanuele Buzzi in 1.52.56 e Peter Fill in 1.52.66. Matteo Marsaglia decisamente più indietro in 1.53.02. Domani 28 dicembre sulla Stelvio di Bormio è in programma una discesa sugli interi 3.270 metri della pista, un’altra grande occasione per Paris, seguita domenica da una combinata.

Domenico Coviello

Attualità, Politica ed Esteri

Professionista dal 2002 è Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze. Come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione web de La Nazione, Il Giorno e Il Resto del Carlino, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a City, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli. Un passaggio alla Gazzetta dello Sport a Roma, e al desk del Corriere Fiorentino, il dorso toscano del Corriere della Sera, poi di nuovo sul sito di web news FirenzePost. Ha collaborato a Vanity Fair. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma.

Back to top button
Privacy