"
NewsPrimo piano

Due struzzi a spasso per Venezia, maxi multa e Daspo ai proprietari [VIDEO]

Due esemplari di struzzi australiani, noti anche con il nome di “nandu”, hanno passeggiato per Venezia affiancati da dai loro padroni: due accompagnatori sloveni. Lo “spettacolo”, oggi 3 gennaio, si è svolto nel tragitto dalla stazione di Santa Lucia al Ponte di Rialto. E ha lasciato allibiti e preoccupati parecchi veneziani che hanno chiamato i vigili.

Filmati e foto dell’inconsueta “passeggiata” hanno invaso i social, in particolare dal gruppo “Venezia non è Disneyland”. Alla Polizia locale nel frattempo sono arrivate decine di telefonate di residenti che chiedevano conto degli “ospiti” pennuti incrociati per strada.

Gli agenti sono così intervenuti ricostruendo la strada che i due uccelli rari hanno compiuto per arrivare in laguna. I vigili hanno multato i due proprietari – due cittadini sloveni – per intralcio alla circolazione e violazione del regolamento di igiene degli animali. Nei loro confronti è scattato anche il “Daspo urbano”.

Dai primi accertamenti, i due struzzi australiani sarebbero stati portati in centro storico da San Donà di Piave, per promuovere uno spettacolo circense, semplicemente facendoli salire su un treno regionale. Tra i video ve ne sono alcuni infatti che li immortalano lungo il corridoio di un convoglio.

Domenico Coviello

Attualità, Politica ed Esteri

Professionista dal 2002 è Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze. Come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione web de La Nazione, Il Giorno e Il Resto del Carlino, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a City, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli. Un passaggio alla Gazzetta dello Sport a Roma, e al desk del Corriere Fiorentino, il dorso toscano del Corriere della Sera, poi di nuovo sul sito di web news FirenzePost. Ha collaborato a Vanity Fair. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma.

Back to top button
Privacy