MondoNewsPrimo piano

Filippine, matrimonio sotto il vulcano in eruzione [VIDEO]

È stato un matrimonio particolare per i coniugi Chino e Kat Palomar, che si sono scambiati le fedi sotto una colonna di fumo e cenere, riporta online SkyTg24.

La promessa di amore eterno di due sposi è stata interrotta dall’eruzione del vulcano Taal che si è risvegliato lo scorso 12 gennaio facendo tremare la terra. Come mostra il video, i coniugi hanno pronunciano il fatidico “sì” con sullo sfondo una gigantesca nube di fumo e cenere.

L’atmosfera era sorprendentemente calma nonostante ci fossero grandi colonne di fumo”, ha detto Randolf Evan, il fotografo del matrimonio. Il vulcano Taal si è risvegliato circa due ore prima del matrimonio, e solo alla fine della cerimonia le ceneri hanno cominciato a posarsi anche in quella zona”.

In questi ultimi giorni le autorità locali hanno sollecitato una “evacuazione totale”. Significa che più di 24 mila persone in un raggio di 17 chilometri dal vulcano hanno dovuto lasciare le proprie case. L’Istituto filippino di vulcanologia e sismologia ha elevato il livello di allerta a 4 su un massimo di 5. Nelle prossime ore potrebbero verificarsi altre eruzioni.

Il vulcano Taal non è molto grande, ma è considerato tra i più pericolosi del mondo. Questo a causa del gran numero di persone che vivono nelle sue immediate vicinanze. Potenzialmente, le sue ceneri possono investire un’area con oltre mezzo milioni di abitanti intorno a Manila, la capitale delle Filippine.

Domenico Coviello

Attualità, Politica ed Esteri

Professionista dal 2002 è Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze. Come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione web de La Nazione, Il Giorno e Il Resto del Carlino, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a City, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli. Un passaggio alla Gazzetta dello Sport a Roma, e al desk del Corriere Fiorentino, il dorso toscano del Corriere della Sera, poi di nuovo sul sito di web news FirenzePost. Ha collaborato a Vanity Fair. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma.

Back to top button
Privacy