"
MondoNewsPrimo piano

Clima, l’allarme degli esperti: “Il 2020 sarà un anno di eventi estremi”

Gli allarmi per il riscaldamento globale continuano a crescere. Non soltanto il 2019 è stato l’anno più caldo di sempre, ma è tutto il decennio appena concluso che è stato rovente. Sono trascorsi i dieci anni più caldi mai registrati.

“Ci aspettano decenni molto duri”

I dati vengono forniti dall’Organizzazione meteorologica mondiale (Wmo) che fa capo all’Onu. Il segretario, Petteri Taalas, ha lanciato il 15 gennaio una previsione che ha del catastrofico: “Purtroppo ci aspettiamo molti eventi meteo estremi nel 2020 e nelle prossime decadi”.

Il ruolo dei gas serra prodotti dall’uomo

I cambiamenti climatici hanno a che fare molto da vicino con le attività umane. Taalas ha rivelato: “Con le attuali emissioni di gas serra siamo diretti verso un aumento della temperatura dai 3 ai 5 gradi entro la fine del secolo”. La temperatura media globale, aggiunge, “è aumentata di circa 1,1 gradi centigradi dall’era preindustriale e il calore dell’oceano è al livello record”.

Gli agenti inquinanti e il calore in trappola

Il 2020, spiega Taalas, “è iniziato da dove il 2019 si è interrotto, con eventi meteorologici e climatici di grande impatto. L’Australia ha registrato il suo anno più caldo e secco in assoluto nel 2019. In quel continente si sono poste le basi per gli enormi incendi boschivi che sono stati così devastanti per le persone e le proprietà, la fauna selvatica, gli ecosistemi e l’ambiente”. Sfortunatamente, sottolinea ancora, “prevediamo un clima molto estremo per tutto il 2020. E per i prossimi decenni, alimentato da livelli record di gas serra che intrappolano il calore nell’atmosfera“.

Caldo in costante crescita

Dal canto loro gli scienziati del Goddard Institute for Space Studies (Giss), supportati dai colleghi della Wmo, insistono sul fatto che il trend sembra inarrestabile. “Ogni decennio dagli anni ’60 è stato più caldo di quello precedente“. Questo trend “è destinato a proseguire per gli alti livelli di gas serra nell’atmosfera“.

I 5 anni peggiori

Se gli ultimi dieci anni sono stati i più caldi dal 1960, gli ultimi cinque sono stati addirittura i peggiori dal 1880. Ossia dall’anno in cui vengono fatte le rilevazioni scientifiche. La prospettiva appare drammatica. Negli ultimi dodici mesi, le temperature sono state 0,98° più calde rispetto alla media del 1951-1980. Questo secondo gli scienziati del (Giss) della Nasa di New York.

Surriscaldamento dei mari

Anche il calore dell’oceano è al livello record“, ammonisce il segretario generale dell’Organizzazione meteorologica mondiale (Wmo) Petteri Taalas. richiamando l’allarme lanciato nel novembre scorso dal rapporto “Emission gap 2019” dell’Agenzia per l’ambiente dell’Onu secondo cui le emissioni di gas serra sono aumentate dell’1,5% all’anno nell’ultimo decennio.

Domenico Coviello

Attualità, Politica ed Esteri

Professionista dal 2002 è Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze. Come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione web de La Nazione, Il Giorno e Il Resto del Carlino, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a City, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli. Un passaggio alla Gazzetta dello Sport a Roma, e al desk del Corriere Fiorentino, il dorso toscano del Corriere della Sera, poi di nuovo sul sito di web news FirenzePost. Ha collaborato a Vanity Fair. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma.

Back to top button
Privacy