"
Arte e CulturaPrimo piano

Via libera per volare. Il progetto di Antonello Ghezzi per Rodari

Via libera per volare è un progetto di Antonello Ghezzi, con la partecipazione di Luigi Mainolfi, nato dalla collaborazione con Istituzione Bologna Musei | MAMbo | Museo Davia Bargellini, nell’ambito dei Main project ART CITY Bologna 2020, in occasione di Arte Fiera. L’evento – a cura di Manuela Valentini e Olivia Spatola – è promosso da Legati al Filo – Festival per l’innovazione sociale e si avvale anche della collaborazione di Chiara Belliti, Silvia Evangelisti e della Galleria ME Vannucci di Pistoia. Si ringraziano gli sponsor La Semaforica S.r.l, Datalogic S.p.a, Threestones Capital e Vetreria San Martino.

Antonello Ghezzi è un duo artistico di base bolognese formato da Nadia Antonello (Cittadella, 1985) e Paolo Ghezzi (Bologna, 1980). La coppia ha pensato ad un progetto per omaggiare Gianni Rodari, in occasione dei cent’anni dalla nascita del celebre scrittore e poeta. Via libera per volare è una mostra a cura di Manuela Valentini ed Olivia Spatola che si terrà al Museo Davia Bargellini (Strada Maggiore, 44) – ed in altre locations a Bologna e provincia – dal 21 gennaio (inaugurazione ore 17,30) all’1 marzo 2020.

I giovani artisti si sono ispirati ad una favola di Gianni Rodari intitolata Il semaforo blu (tratto dal volume “Favole al telefono”), in cui lo scrittore immagina comparire improvvisamente nel centro di Milano un semaforo, per l’appunto, che emette luce azzurra anziché rossa, gialla e verde. Il fatto provocherà non poco scompiglio tra i cittadini, i quali faticheranno a comprenderne il senso, fino alla magica rivelazione: si tratta di un “via libera per volare” destinato a chiunque abbia il coraggio di sognare.

Antonello Ghezzi, Via libera per volare, semaforo e led colorati, 26x20x73h cm, 2019

Al Museo Davia Bargellini Antonello Ghezzi darà vita ad una mostra in cui opere dal “profumo” poetico entreranno in dialogo con la collezione permanente e con un’altra opera del maestro post-concettuale Luigi Mainolfi, intitolata Per quelli che volano. In particolare, in Strada Maggiore 44 troveranno spazio sette interventi di Antonello Ghezzi che si andranno ad inserire delicatamente nell’ambiente museale, ricco di oggetti d’arte applicata come “curiosità della vecchia Bologna”. Specchi, luci blu ed installazioni nati dall’estro creativo dei due giovani artisti si andranno a mescolare a ferri battuti, bronzi ornamentali, chiavi e paramenti liturgici finemente ricamati, tramutandoli come in una fiaba in elementi dotati di un’anima.

Un’opera di Antonello Ghezzi

Inoltre, iconici semafori blu di Antonello Ghezzi verranno posizionati in diversi punti strategici della città e provincia, tra i quali l’Aeroporto Guglielmo Marconi, in cui, all’ingresso della Marconi Lounge, al primo piano del Terminal Passeggeri, verrà esposta l’installazione totemica Verso il cielo; quest’ultima verrà inaugurata con una cerimonia in programma mercoledì 22 gennaio alle ore 12, alla presenza di giornalisti e autorità. Altre “postazioni di volo” saranno il centralissimo Palazzo d’Accursio – cuore della vita economica e culturale cittadina – il Policlinico Sant’Orsola e la Casa delle Culture di Casalecchio di Reno. In particolare, a Palazzo d’Accursio verrà realizzata una macro-installazione che andrà ad arricchire il cortile esterno della sede del Comune di Bologna.

Abbiamo un infinito bisogno di sognare. Abbiamo così tanto bisogno di arte che ci aiuti a farlo, poiché spesso ce ne manca il coraggio. Chi crede nelle favole non è ancorato all’asfalto della strada, ma è capace di volare con la fantasia. L’insegnamento di Rodari viene preso alla lettera dagli artisti. Il valore della fantasia, che il cielo rappresenta, e per loro forma di realtà.
Il sogno rende la vita migliore e la capacità di volare è un privilegio che gli adulti spesso perdono e che gli artisti invitano a perseguire, aiutati dal loro lavoro, quale vettore per un oltre della mente e della fantasia.

 

In breve

Artisti: Antonello Ghezzi, con la partecipazione di Luigi Mainolfi

Titolo: Via libera per volare

A cura di: Manuela Valentini e Olivia Spatola

Periodo: Dal 21 gennaio all’1 marzo 2020

Luoghi:

mostra

Museo Davia Bargellini (Strada Maggiore, 44)

Installazioni

Palazzo d’Accursio (Piazza Maggiore, 6)

Aeroporto G. Marconi (Via Triumvirato, 84)

Policlinico di Sant’Orsola presso il reparto di pediatria

Casa delle Culture (via Porrettana 360, Casalecchio di Reno)

Web: 

www.antonelloghezzi.com

www.artcity.bologna.it

Ingresso libero

Orari di apertura nei giorni di ART CITY Bologna per Art Week 2020 

(dal 19 al 26 gennaio 2020):

inaugurazioni: 

  • Museo Davia Bargellini (Strada Maggiore, 44): 21 gennaio 2020 ore 17.30 
  • Aeroporto Guglielmo Marconi (Via del Triumvirato, 84): 22 gennaio 2020 ore 12

Museo Davia Bargellini

Orari dal 22 al 26 gennaio: 22 e 23 ore 9.00 -14.00 | ven. 24 ore 10.00 -20.00 |sab. 25.01 ore 10.00 – 24.00 | dom. 26.01 ore 10.00 – 20.00

Orari di apertura ordinari: da martedì a venerdì ore 9.00 -14.00 | sabato, domenica e festivi infrasettimanali ore 10.00 – 18.30

Visite guidate: domenica 2 febbraio 2020 alle ore 16,30 e domenica 16 febbraio 2010 alle ore 10,30

Back to top button
Privacy