giovedì, Settembre 24, 2020

Ultmissimi

Coronavirus, Ibrahimovic positivo al tampone: è in quarantena

Il calciatore del Milan Zlatan Ibrahimovic è risultato positivo al coronavirus. Si trova già in isolamento. Lo svedese, annuncia il club rossonero il 24...

Giorgio Armani alla conquista di Montecarlo: la nuova boutique nel Principato

Re Giorgio va alla conquista di Montecarlo. L’8 settembre 2020, il Gruppo Armani ha annunciato l’apertura della prestigiosa boutique nel Principato, precisamente nel cuore...

Campionessa mondiale: è Arati Saha la donna del Doodle di Google

È dedicato ad Arati Saha, ad 80 anni dalla sua nascita, il Doodle di Google di oggi 24 settembre. Arati Saha è morta nel...

ULTIM’ORA – Coronavirus al ministero dello Sviluppo Economico: evacuazione in corso

C'è preoccupazione a Roma al ministero dello Sviluppo economico. Si è verificato stamani 24 settembre un caso di coronavirus. Nella sede del Mise in...

Addominoplastica e cicatrice: quali segni si avranno dopo l’intervento?

Velvet Mag ha l’onore di ospitare il Prof. Giulio Basoccu (affermato chirurgo plastico che vanta migliaia di interventi estetici e la fiducia di numerose personalità politiche e pubbliche) per una rubrica speciale.

L’addominoplastica è un intervento di chirurgia estetica che consente di eliminare l’eccesso di tessuto adiposo e cute, consentendo alla zona interessata di riacquistare armonia e, più di ogni cosa, un aspetto “teso” e compatto.

Sebbene questo sia un intervento capace di dare un’estrema soddisfazione al paziente, in termini di resa chirurgica ed estetica, spesso intimorisce molte persone per via della inevitabile cicatrice che lo caratterizza e che interessa la parte bassa dell’addome.

Addominoplastica: parola al Prof. Basoccu

Se è vero che l’addominoplastica indubbiamente comporta una cicatrice considerevole, è altrettanto vero che un intervento ben eseguito consente di avere un “segno” quanto più possibile lineare e perfettamente mascherabile sotto allo slip o al costume, mai visibile ad esempio in spiaggia o in piscina. Inoltre, con il passare del tempo, la cicatrice se ben curata e trattata con le accortezze suggerite dal chirurgo, andrà incontro ad una guarigione sempre più completa e dunque ad una “mimetizzazione” ottimale, con una colorazione via via più tenue.

È bene però che il paziente sia consapevole di ciò a cui sta andando incontro, io per primo quando un paziente mi richiede questo intervento punto l’attenzione sul fatto che, a differenza di quanto avviene per altri interventi, questa cicatrice non scomparirà. In compenso però il risultato estetico che si otterrà dopo l’operazione sarà molto soddisfacente. Un addome deformato da una gravidanza o da una consistente perdita di peso tornerà ad essere nuovamente liscio, teso e dall’effetto estremamente tonico.

Se la motivazione che spinge il paziente ad operarsi è valida, la cicatrice sarà solo una naturale e ben accetta conseguenza, non l’oggetto della sua preoccupazione che al contrario, sarà stata finalmente risolta con l’ottenimento di una “pancia piatta”.

di Giulio Basoccu

Studio Medico Basoccu

Via Di Campo Marzio 69 Roma (Rm) , 00186 Italia

Tel: 06 6780188 – 800 401722

Latest Posts

Coronavirus, Ibrahimovic positivo al tampone: è in quarantena

Il calciatore del Milan Zlatan Ibrahimovic è risultato positivo al coronavirus. Si trova già in isolamento. Lo svedese, annuncia il club rossonero il 24...

Giorgio Armani alla conquista di Montecarlo: la nuova boutique nel Principato

Re Giorgio va alla conquista di Montecarlo. L’8 settembre 2020, il Gruppo Armani ha annunciato l’apertura della prestigiosa boutique nel Principato, precisamente nel cuore...

Campionessa mondiale: è Arati Saha la donna del Doodle di Google

È dedicato ad Arati Saha, ad 80 anni dalla sua nascita, il Doodle di Google di oggi 24 settembre. Arati Saha è morta nel...

ULTIM’ORA – Coronavirus al ministero dello Sviluppo Economico: evacuazione in corso

C'è preoccupazione a Roma al ministero dello Sviluppo economico. Si è verificato stamani 24 settembre un caso di coronavirus. Nella sede del Mise in...
Ads

Ad