"
Showbiz

Mistero nel foggiano: “Sembrava un cane ma…” [FOTO]

Sono giorni che ormai si è diffuso l’allarme nel foggiano. Il mistero della pantera nera avvistata in città, sta diffondendo il panico tra gli abitanti. A San Severo in Puglia si moltiplicano giorno dopo giorno gli avvistamenti nelle campagne, ma anche nel centro abitato. Tuttavia, nonostante le ricerche incessanti, l’animale non è stato ancora trovato.

Il primo allarme era arrivato lo scorso mercoledì 15 gennaio. Un residente ha raccontato di aver visto la pantera nei pressi di una fabbrica. “Stavo portando il cibo al mio cane e nel cortile della mia azienda ho visto un’ombra nera a terra, poi l’animale è scappato verso l’ingresso. Pensavo fosse un cane, volevo dargli del cibo, ma ho visto che aveva denti molto affilati. Improvvisamente è saltato sul cofano della mia auto ed è fuggito nelle campagne”. (Continua dopo la foto).

Da dove è fuggita la pantera?

Secondo quanto riferito dal sindaco di San Severo, sono scattate subito le ricerche del grosso felino. Il primo cittadino in merito alla questione, avrebbe dichiarato: “L’animale è stato avvistato con estrema certezza, invito tutti a non avventurarsi in campagna, specialmente col buio”. Tuttavia le fonti rivelano, che nonostante l’operazione attiva da parte di Vigili del fuoco, Polizia, Gruppo Forestale e veterinari dell’Asl, le ricerche non hanno condotto ad alcun risultato. Pare inoltre che neanche l’impiego di gabbie-trappola e droni abbia dato risultati. Secondo gli inquirenti, che stanno svolgendo le indagini, se la pantera esistesse realmente, con molto probabilità è fuggita da un circo o da qualche abitazione privata. Le leggende metropolitane, iniziano ad avanzare le ipotesi più disparate. Qualcuno ha rivelato che l’animale possa essere fuggito dalla casa di qualcuno di ‘innominabile’ (addirittura si parla di un presunto boss della criminalità organizzata). Ed è per questo, sostiene qualche paesano: “Che nessuno ne ha denunciato lo smarrimento“. In attesa di ulteriori aggiornamenti continuano le ricerche sul grosso predatore.

LEGGI ANCHE: Allarme in Sardegna: trovato cinghiale infetto da un batterio letale per l’uomo

Francesca Perrone

  • Cultura, Ambiente & Pets

    Messinese trasferita a Roma per gli studi prima in Scienze della Comunicazione Sociale presso l'Università Pontificia Salesiana, con una tesi su "Coco Chanel e la rivoluzione negli abiti femminili", poi per la specializzazione in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo alla Sapienza. Collabora con l'Agenzia ErregiMedia, curando rassegne stampa nel settore dei rally e dell'automobilismo. La sue passioni più grandi sono la scrittura, la moda e la cultura.
    Responsabile dei blog di VelvetMAG: VelvetPets (www.velvetpets.it) sulle curiosità del mondo animale e di BIOPIANETA (www.biopianeta.it) sui temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità.

Back to top button
Privacy