Coronavirus, caso sospetto su una nave a Civitavecchia: “Passeggeri bloccati”

Due casi sospetti di coronavirus sono in isolamento nell’ospedale di bordo di una nave della Costa Crociere. La nave è ferma al porto di Civitavecchia. La notizia è riportata online dall’Ansa a metà mattina di oggi 30 gennaio.

Si tratterebbe di una coppia di coniugi, moglie e marito cinesi di Hong Kong con febbre e problemi respiratori. I medici dello Spallanzani di Roma li hanno raggiunti per realizzare i test. E verificare se siano affetti dal virus cinese che sta destando preoccupazione in tutto il mondo.

Secondo quanto riferisce l’Ansa, gli altri passeggeri – circa 6 mila persone -, al momento non potrebbero scendere dalla nave. La coppia, salita a Savona alcuni giorni fa, era arrivata in Italia a Malpensa il 25 gennaio scorso.

La nave da crociera Costa Smeralda, attraccata al porto di Civitavecchia, aveva fatto tappa a Marsiglia, Barcellona e Palma di Maiorca. La coppia di coniugi cinesi era arrivata da Hong Kong all’aeroporto Malpensa di Milano lo scorso 25 gennaio per poi dirigersi a Savona. Lì era salita sulla nave. Sul posto, per gestire le operazioni all’interno del porto, è intervenuta la Capitaneria di Porto.

“Siamo in attesa di conoscere l’esito delle verifiche ancora in corso. Tutto quello che andava fatto è stato fatto. La situazione è sotto controllo e al momento non risulta che vi siano motivi di preoccupazione a bordo”, dice il comandante della direzione marittima del Lazio della Guardia Costiera Vincenzo Leone.

“La situazione è sotto l’attento controllo di tutti gli enti coinvolti, compreso il Comune – afferma il sindaco di Civitavecchia Ernesto Tedesco -. Le autorità sanitarie e marittime si sono immediatamente attivate. Si stanno seguendo tutti i protocolli previsti e terremo costantemente monitorato il caso, grazie all’ottimo lavoro che stanno svolgendo il direttore generale dell’Asl Roma 4 Giuseppe Quintavalle e il Comandante del porto Vincenzo Leone”.

Exit mobile version