"
News

Calabria, uomo bruciato vivo nella sua auto: arrestata la moglie con l’amante e il figlio

Lo avevano rinvenuto morto carbonizzato nella sua auto nel novembre scorso. Adesso dalle indagini sull’omicidio di di Vincenzo Cordì, avvenuto nella Locride tra il 12 e il 13 novembre dello scorso anno, emerge una pesante accusa nei confronti della moglie. La notizia è riportata online dall’Ansa.

La donna è finita agli arresti nella mattina di oggi 3 febbraio insieme all’amante e al figlio. Quest’ultimo avuto da un primo matrimonio. Qualcuno avrebbe dato alle fiamme la macchina di Cordì, mentre l’uomo era ancora vivo e si trovava all’interno del mezzo.

Le indagini dei carabinieri di Roccella Jonica, partite dal ritrovamento del corpo carbonizzato, hanno consentito di far luce sul delitto e sul movente. Alla base dell’atto criminale ci sarebbe un contesto di tipo familiare. I Carabinieri, dalle prime ore di questa mattina, con il coordinamento della Procura della Repubblica di Locri, hanno dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere. Un provvedimento che il gip presso il Tribunale di Locri ha emesso nei confronti dei tre.

Domenico Coviello

Attualità, Politica ed Esteri

Professionista dal 2002 è Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze. Come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione web de La Nazione, Il Giorno e Il Resto del Carlino, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a City, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli. Un passaggio alla Gazzetta dello Sport a Roma, e al desk del Corriere Fiorentino, il dorso toscano del Corriere della Sera, poi di nuovo sul sito di web news FirenzePost. Ha collaborato a Vanity Fair. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma.

Back to top button
Privacy