"
CinemaPrimo piano

Coronavirus, cinema chiusi? Termoscanner e posti alternati per prevenire

Le misure di prevenzione per il coronavirus hanno coinvolto anche il mondo del cinema (e, più in generale, dell’intrattenimento). Mentre quasi la totalità dei concerti sul territorio italiano sono stati annullati, così come le manifestazioni culturali e gli eventi sportivi, per le sale cinematografiche le misure prese sono state un po’ diverse. Stando al decreto firmato il 1° marzo da Giuseppe Conte, infatti, i cinema non devono rimanere necessariamente chiusi (se non in alcune specifiche zone). È sufficiente che vengano adottate delle limitazioni che consentano la prevenzione del contagio.

Coronavirus, cinema chiusi? Cosa dice il decreto

Il decreto sulla prevenzione del coronavirus dice chiaramente che «sono sospese le manifestazioni, gli eventi e gli spettacoli di qualsiasi natura, ivi inclusi quelli cinematografici e teatrali, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato, che comportano affollamento di persone tale da non consentire il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro». Ciò ha portato la maggior parte delle persone a ritenere che anche le sale cinema restassero chiuse per le prossime due settimane. In realtà occorre fare una distinzione: nei comuni della cosiddetta «zona rossa» le attività dei cinema sono state sospese, così come accaduto alla maggior degli uffici e delle attività commerciali. Nelle altre zone di Italia, invece, la situazione è leggermente diversa.

Le misure di prevenzione

Per prevenire il contagio del coronavirus senza dover interrompere del tutto la loro attività, i cinema sono quindi corsi ai ripari. Quelli che hanno deciso di restare aperti, infatti, hanno dovuto adeguarsi alle misure indicate dal governo. Hanno quindi tentato di attrezzare al meglio le loro sale. Tra le novità, è prevista la vendita di biglietti per posti alternati in modo tale da garantire la distanza di sicurezza imposta dal decreto. Le sale più tecnologicamente avanzate, inoltre, si stanno attrezzando con i termo-scanner, da utilizzare sugli spettatori al loro ingresso nelle strutture.

Back to top button
Privacy