"
Serie Tv

Netflix: terza stagione di Élite, cosa succederà?

I ragazzi stanno arrivando”. Così il colosso dello streaming Netflix ha annunciato che venerdì 13 marzo 2020 verrà rilasciata la terza stagione di Élite, il teen drama spagnolo che ha conquistato davvero tutti.

Élite 3, trama e anticipazioni

La notizia era nell’aria da un po’, ma la conferma ufficiale è arrivata solamente qualche giorno fa; con un video diffuso da Netflix è stata annunciato il ritorno di Elite; più precisamente, le puntate verranno rilasciate il 13 marzo 2020. La serie ruota intorno ad un gruppo di ragazzi nella scuola Las Encinas, uno degli istituti più elitari della Spagna. Quando alcuni ragazzi appartenenti a famiglie meno agiate iniziano a frequentare Las Encinas, gli equilibri si incrinano. Se nella prima stagione si indaga sulla morte della giovane Marina, la seconda è incentrata sulla scomparsa di Samuel.

Stando alle prime anticipazioni, la morte di Polo sarebbe, invece, l’elemento choc di questa terza stagione. Il trailer del video ci mostra frame di mani insanguinate e proposte di matrimonio, mentre la sinossi ufficiale anticipa: “Comincia il nuovo anno scolastico a Las Encinas e gli studenti desiderano solo tornare alla normalità. Un evento imprevisto però li costringe a fare delle scelte che cambieranno le loro vite per sempre“.

Élite 3, cast

Al centro della storia ci saranno ancora Samuel (Itzan Escamilla), Christian (Miguel Herrán) Nano (Jaime Lorente), Guzmán (Miguel Bernardeau), Lucrecia (Danna Paola), Pedro (Álvaro Rico), Nadia (Mina El Hammani) e Omar (Omar Ayuso). Tra i nuovi arrivi, invece, Yeray, interpretato da Leïti Sène e Malick (Sergio Momo).

In un’intervista con Entertainment Weekly uno dei creatori della serie Darío Madrona ha dichiarato: “Succedono tante cose folli in questa serie ma il nostro obiettivo è che risulti sempre realistica, in un certo senso. Per noi Elite è un drama con un pizzico di thriller, non il contrario. Per cui sappiate che uccidiamo il minor numero di personaggi indispensabili per far continuare la storia, e il massimo che una scuola come Las Encinas possa sopportare, senza che debba chiudere i battenti!

Back to top button