domenica, Settembre 27, 2020

Ultmissimi

Intervista a Michelangelo Pistoletto: «Così il virus ci ha messo a nudo» [INTERVISTA]

Per un compleanno speciale, era giusto si pensasse in grande, come del resto è sempre stato nello stile di Galleria Continua. Era il 1990...

Covid, a scuola sulla spiaggia di fronte al mare: l’esperimento in Abruzzo

A lezione di fronte al mare. Con i banchi sulla sabbia, sotto l'ombrellone e gli occhi pieni di azzurro. Questo il primo giorno di...

Coronavirus, allarme dell’Oms: “Rischiamo 2 milioni di morti, bisogna agire subito”

I contagi da coronavirus si stanno moltiplicando in tutta Europa come nei mesi più bui della pandemia. Questa la dura realtà che, secondo l'Organizzazione...

Voglia di pasta: 4 ricette autunnali per cucinarla con gli ortaggi di fine estate

Pasta: la più amata dagli italiani e non solo! A fine estate, con le temperature che si abbassano torna ad essere la prima in...

Topolino, nei fumetti due scienziate italiane: “Modello per le bambine” [VIDEO]

È disponibile da oggi 9 marzo nelle edicole un numero speciale di Topolino. Speciale perché fanno il loro ingresso come nuovi personaggi nella storica seria della Walt Disney due scienziate italiane.

A Paperopoli ecco dunque  la “signora che parla ai robot”, Barbara Caputo del Politecnico di Torino (nel video della Fondazione Bracco, tratto da YouTube). E la chimica che ha realizzato la “macchina degli odori”, Luisa Torsi dell’Università di Bari. Nei panni dei loro alter ego a fumetti, Barb Quackut e Louise Torduck, proptagoniste di una storia e un approfondimento dedicati alle donne nella scienza e realizzati con Fondazione Bracco. In occasione della Giornata della donna dell’8 marzo.

La storia a fumetti si intitola “Paperina e la selezione scientifica”. Scritta da Gaja Arrighini con i disegni di Silvia Ziche, è ambientata nel Club delle Ragazze di Paperopoli. Paperina invita le due scienziate della Quack Foundation. Con le loro scoperte riusciranno a conquistare non solo le ragazze del club, ma anche Archimede, Paperoga e tutti gli abitanti di Paperopoli.

A corredo della storia, il magazine dà spazio a un approfondimento sulla scienza al femminile. “Mai come in questo momento emerge quanto sia importante investire in ricerca, formare scienziati e avere più donne che studiano le materie Stem”, afferma Diana Bracco, Presidente di Fondazione Bracco. “È fondamentale scardinare i vecchi pregiudizi, come quello che vede le donne non portate per questi studi, e diffondere la cultura scientifica sin dalla tenera età”.

Latest Posts

Intervista a Michelangelo Pistoletto: «Così il virus ci ha messo a nudo» [INTERVISTA]

Per un compleanno speciale, era giusto si pensasse in grande, come del resto è sempre stato nello stile di Galleria Continua. Era il 1990...

Covid, a scuola sulla spiaggia di fronte al mare: l’esperimento in Abruzzo

A lezione di fronte al mare. Con i banchi sulla sabbia, sotto l'ombrellone e gli occhi pieni di azzurro. Questo il primo giorno di...

Coronavirus, allarme dell’Oms: “Rischiamo 2 milioni di morti, bisogna agire subito”

I contagi da coronavirus si stanno moltiplicando in tutta Europa come nei mesi più bui della pandemia. Questa la dura realtà che, secondo l'Organizzazione...

Voglia di pasta: 4 ricette autunnali per cucinarla con gli ortaggi di fine estate

Pasta: la più amata dagli italiani e non solo! A fine estate, con le temperature che si abbassano torna ad essere la prima in...
Ads

Ad