"
Cinema

Cannes 2020 cancellato, biglietti non rimborsati, è caos

Se l’emergenza Coronavirus dovesse continuare – coinvolgendo non solo l’Italia, ma l’intera Europa – anche il Festival di Cannes 2020 dovrebbe valutare l’ipotesi di fermarsi. Esattamente come è accaduto ai David di Donatello: l’Accademia del Cinema Italiano si è vista costretta a far slittare la serata conclusiva, quella dedicata alle premiazioni. La kermesse francese, una delle più importanti del mondo cinematografico a livello internazionale, è attualmente fissata per il periodo che va dal 12 al 23 maggio 2020. Il presidente della giuria – lo ricordiamo – sarà quest’anno Spike Lee.

Festival di Cannes 2020 cancellato?

Nonostante le date del Festival di Cannes 2020 non siano poi così vicine, l’evento rischia di essere sospeso a causa della minaccia Coronavirus. Il Governo francese ha infatti vietato, al momento, i raduni di oltre mille persone. Qualora l’epidemia non dovesse fermarsi, è intuibile pensare che lo stop riguarderà anche la kermesse cinematografica. C’è però un problema: stando a quanto riportato da Variety, l’organizzazione del festival avrebbe rifiutato circa 10 giorni fa la possibilità di acquistare un’opzione di copertura per epidemie e pandemia dalla sua compagnia assicurativa, la Circle Group. Questo significa una cosa: che qualora la kermesse dovesse essere sospesa, non sarebbe coperta da assicurazione e, di conseguenza, non riceverebbe rimborso.

Il problema dei rimborsi assicurativi

Hanno deciso di non pagare un costo aggiuntivo del 6% del totale della polizza. E, così facendo, gli organizzatori del Festival di Cannes hanno messo a rischio un budget di 20 milioni di euro. Soldi che, lo ricordiamo, sono stati pagati dai contribuenti francesi e da diversi sponsor. Il Coronavirus rischia quindi di mandare in fumo la kermesse e tutti i soldi che in essa sono stati investiti. «Non è possibile che una compagnia assicurativa prenda in considerazione la cancellazione a causa di un focolaio di virus come causa di forza maggiore. Questo nel caso in cui sia stata chiaramente esclusa dalla copertura dei contratti, anche se il governo viene coinvolto», ha riferito una fonte del Circle Group a Variety.

Back to top button
Privacy