"
Coronavirus

Italia in quarantena: spedisce con un drone gli auguri di compleanno all’amico

“Al tempo del Coronavirus cosa non ci si inventa per fare gli auguri ad un amico” così scrive un ragazzo calabrese (38 anni) di Vibo Marina, in provincia di Vibo Valentia. Ad accompagnare la frase, un video (in fondo all’articolo, ndr) che va ad unirsi alle centinaia che circolano sul web in questi giorni. Perché dopo un momento di imprudenza e di spaesamento generale, l’italiano sta dimostrando ancora una volta che, forse, quel famoso cliché della ‘pizza e mandolino’ svela l’animo più profondo della nostra cultura. Che è un’inclinazione spontanea e impulsiva all’aggregazione, alla compagnia, all’appuntamento in piazza o perfino in finestra, all’affrontare i problemi anche in modo canzonatorio, letteralmente, celebrando sempre, anche cantando.

L’appuntamento fisso delle 18, tutti in balcone per cantare insieme uniti nella distanza, è diventato in un attimo così virale da attirare l’attenzione della stampa mondiale verso un nuovo simbolo di questa Italia colpita dal coronavirus. Un flashmob sonoro che ci ha riscattati puntando un faro di commozione e ammirazione anche su uno spirito nazionale inquinato e provato dal virus (Coronavirus: quarantined Italians sings from balconies to lift spirits, titola il The Guardian proponendo un montaggio dei migliori video in cui “gli italiani cantano dai balconi per risollevare gli spiriti”). Non da meno i toni altrettanto ironici con i quali dei fanclub al femminile – ma non solo – hanno invaso il web facendo del Premier Giuseppe Conte una sorta di sex symbol involontario, cogliendo proprio quel fascino di un ‘comandante’ al timone di un’emergenza nazionale.

Buon compleanno ai tempi del coronavirus

È in questo clima di reclusione e inaspettata creatività che nascono anche le storie migliori. Come quella di questo ragazzo calabrese, che per festeggiare il compleanno del suo migliore amico ha pensato di raggiungerlo anche nella quarantena. I Police ai tempi del coronavirus, verrebbe da dire, dal momento che il messaggio stavolta non è arrivato dentro una bottiglia ma è stato spedito con un drone, dritto sul balcone del festeggiato. Uno dei tanti balconi dai quali, ogni sera, l’Italia si saluta per cantare insieme e aspettare giorni migliori.

Il video

Back to top button
Privacy