venerdì, Agosto 7, 2020

Ultmissimi

Whatsapp, messaggi “in scadenza”: si autodistruggono dopo 7 giorni

Si chiamano "expiring messages". Sono i messaggi su Whatsapp che si autodistruggeranno. La notizia, riportata dal Paolo Travisi online sul Messaggero, proviene dal sito...

Antonia Liskova: «Oggi sono felice, perché l’Italia me la sono meritata» [INTERVISTA ESCLUSIVA]

«Dovresti scriverlo nell'intervista» mi blocca Antonia Liskova quando le dico che, dopotutto, siamo come il pubblico dei Lumière: ci spaventiamo ancora per il treno...

La baita di Monte Gennaro diventa un rifugio e riapre dopo anni: “Da qui un panorama mozzafiato” [ESCLUSIVA]

Lo scorso 18 luglio è avvenuta l'inaugurazione del rifugio montano laddove era un tempo la nota baita di Monte Gennaro. Una struttura incantevole immersa...

Coronavirus mascherine: ipotesi obbligo per tutto agosto, discoteche ferme

Il Governo Conte sta lavorando alla proroga fino al 31 agosto dell'obbligo di indossare le mascherine contro il coronavirus. Sarebbe questo, sostiene online l'Ansa,...

Morto Albert Uderzo, il papà di Asterix e Obelix: aveva 92 anni

Alla veneranda età di 92 anni, è morto Albert Uderzo, titano del fumetto non solo francese, ma mondiale. Il grande disegnatore francese creò infatti, insieme allo sceneggiatore René Goscinny, la serie a fumetti Asterix e Obelix. Tutti conosco le mitiche avventure degli irriducibili galli che, grazie alla pozione magica di Panoramix, riescono a tenere testa a Giulio Cesare e a Roma. Il loro villaggio è l’unico dell’intera Armorica a resistere alle conquiste dei romani, che tornano agli accampamenti sempre pieni di lividi e botte.

albert uderzo

Albert Uderzo e René Goscinny crearono Asterix e Obelix nel 1959

L’annuncio della morte di Uderzo è stato dato direttamente dalla famiglia del disegnatore. La serie di Asterix e Obelix debuttò il 29 ottobre 1959, divenendo una delle più fortunate saghe a fumetti di tutti i tempi. Dopo la prematura scomparsa di Goscinny, Albert Uderzo continuò la realizzazione dei fumetti, passando poi solo alla supervisione. Nel 2011 aveva infatti già scelto i suoi eredi e quelli di Goscinny: Jean-Yves Ferri (sceneggiatura) e Didier Conrad (disegni), che hanno debuttato con “Asterix e i Pitti” il trentacinquestimo albo a fumetti della serie Asterix apparso nel 2013.

Albert Uderzo continuò la supervisione fino all’ultimo fumetto, il 38esimo, “Asterix e la figlia di Vercingetorige”, uscito nello scorso autunno. Le avventure di Asterix e Obelix, quindi, si spera non moriranno con la scomparsa di Albert Uderzo, ma che possano continuare grazie agli eredi designati.

Latest Posts

Whatsapp, messaggi “in scadenza”: si autodistruggono dopo 7 giorni

Si chiamano "expiring messages". Sono i messaggi su Whatsapp che si autodistruggeranno. La notizia, riportata dal Paolo Travisi online sul Messaggero, proviene dal sito...

Antonia Liskova: «Oggi sono felice, perché l’Italia me la sono meritata» [INTERVISTA ESCLUSIVA]

«Dovresti scriverlo nell'intervista» mi blocca Antonia Liskova quando le dico che, dopotutto, siamo come il pubblico dei Lumière: ci spaventiamo ancora per il treno...

La baita di Monte Gennaro diventa un rifugio e riapre dopo anni: “Da qui un panorama mozzafiato” [ESCLUSIVA]

Lo scorso 18 luglio è avvenuta l'inaugurazione del rifugio montano laddove era un tempo la nota baita di Monte Gennaro. Una struttura incantevole immersa...

Coronavirus mascherine: ipotesi obbligo per tutto agosto, discoteche ferme

Il Governo Conte sta lavorando alla proroga fino al 31 agosto dell'obbligo di indossare le mascherine contro il coronavirus. Sarebbe questo, sostiene online l'Ansa,...
Ads