"
Salute e Benessere

La dieta del coronavirus: arrivano le direttive del Ministero della Salute

Per molti italiani la permanenza forzata a casa può trasformarsi in una costante corsa alla dispensa e al cibo. Consumare un numero ridotto di energie e mangiare di continuo potrebbe essere la causa di un aumento di peso, e non solo! Per questo motivo il Ministero della Salute ha condiviso sul proprio sito i consigli per mangiare bene, ma senza mettere chili di troppo. Ecco di cosa si tratta.

Coronavirus e alimentazione: i consigli del Ministero della Salute

Ne sono testimoni i migliaia di video e post che girano sul web e sui vari social: la quarantena si è trasformata per molti italiani nell’occasione propizia per mettersi ai fornelli, o per cedere alle tentazioni di dolci e snack salati. Ne è a conoscenza anche il Ministero della Salute, che ha deciso di diramare tramite il proprio sito dei consigli per mangiare bene, ma senza ingrassare.

Ecco quali sono i 6 consigli rivolti agli italiani.

1. Ridurre il consumo di zuccheri

Riduci il consumo di bevande zuccherate e di altri prodotti ricchi di zuccheri, evita l’abuso di sale e di condimenti ricchi di grassi“. Il messaggio è chiaro: va bene consolarci son qualcosa di dolce o salato, ma senza esagerare di continuo.

2. L’importanza di frutta e verdura

Non è una novità che frutta e verdura siano un toccasana per la salute. Il Ministero della Salute, però ribadisce il concetto e scrive:

consuma almeno 5 porzioni al giorno di frutta e verdura, fonti di minerali e vitamine utili a rafforzare le difese immunitarie e la protezione delle vie respiratorie.

3. Sì all’attività fisica, ma dentro casa!

Il quarto dei consigli del Ministero della Salute per non ingrassare durante la quarantena da coronavirus, riguarda l’attività fisica. “Sforzati di mantenere una regolare sia pur limitata attività motoria, ad es. cyclette, tapis roulant – scrive il Ministero – ma anche ginnastica a corpo libero 1 o 2 volte al giorno e cerca se possibile di esporre ogni giorno braccia e gambe al sole per 15-30 minuti per favorire la sintesi endogena di vitamina D

4. Puntare sulla dieta mediterranea

Dal momento che si ha più tempo da dedicare ai fornelli, perché non riscoprire i piatti della tradizione mediterranea? D’altronde la nostra dieta è la migliore al mondo e il Ministero assicura: “ne gioveranno la salute ma anche l’umore“.

5 – 6. Mangia con gusto e coinvolgi i bambini

Gli ultimi due consigli del Ministero della Salute, riguardano la preparazione del cibo. Essendo in quarantena, non è necessario fare le cose con fretta.”Dedica tempo alla convivialità nei pasti scrive il Ministero – perché è momento di aggregazione con la famiglia e di utilità per incoraggiare i ragazzi ad avere ogni giorno un’alimentazione varia, ricca di frutta, verdura e legumi fornendo loro il buon esempio“. Da coinvolgere nella preparazione anche i bambini!

LEGGI ANCHE: Lievito introvabile, come sostituirlo nelle ricette dolci e salate

Roberta Gerboni

Beauty & Royal affairs

Siciliana, vive a Roma. Appassionata di scrittura e giornalismo fin da giovane, inizia il proprio percorso in redazione a 17 anni, occupandosi di cultura e attualità. Per tre anni redattore del Corriere di Gela, si è dedicata alla redazione di articoli per varie testate online.
Laurea Magistrale con Lode in Lettere Classiche all' Università degli Studi di Siena, dopo aver conseguito la laurea triennale in Lettere a Catania.
Appassionata di salute, bellezza e delle vite dei reali di tutto il mondo.

Back to top button
Privacy