"
Showbiz

Il gatto più piccolo del mondo: è minuscolo perché… [FOTO]

Le immagini singolari del gatto più piccolo del mondo hanno incuriosito tutti e in molti si sono chiesti il motivo delle sue dimensioni così ridotte. Come sempre a rispondere a queste domande così importanti ci pensa la scienza. Si chiama Munchie e a causa di una rara patologia rimarrà cucciolo per sempre. Il micio, è nato con due rare malattie: la prima che non gli consente di crescere come i cuccioli della sua età, la seconda che gli dona gli occhi grigi e velati.

Munchie è assolutamente un gatto raro, ma non per questo meno grintoso rispetto a tutti i suoi simili. E’ nato meno fortunato, ma nonostante questo la sua forza di vivere ha fatto sì che venisse salvato. 

Il gatto più piccolo del mondo e le sue rare patologie

Munchie era un gatto randagio, visto vagare da solo per un parco inglese. A trovarlo è stato un ragazzo, che ha subito pensato che il micio fosse troppo piccolo per cavarsela da solo; nonostante il cucciolo avesse già intono alle 4 settimane di vita, sembrava un gattino venuto al mondo da pochi giorni. Nato con un edema corneale bilaterale che rende i suoi occhi così particolari, Munchie è anche tra i gatti più piccoli del mondo. I medici che l’hanno immediatamente visitato dopo l’intervento del giovane che lo ha salvato dalla strada, hanno spiegato che, nonostante la sua rara patologia agli occhi, il gatto ha una vista ottima. L’ipoparatiroidismo congenito che, gli causa questa rara forma di nanismo, gli è stato diagnosticato in un secondo momento. Ad innamorarsi subito di Munchie fu una dipendente dello studio veterinario, Emily Tomlinson, che lo ha adottato con immenso piacere. Munchie sarà forse il gatto più piccolo del mondo, oggi a sette mesi pesa 3 chili, ma è sicuramente un animale dalla grandissima personalità.

Photo Credits Instagram: (@minature_munchie)

LEGGI ANCHE: Il cane gigante: la sua altezza è spaventosa [FOTO]

Francesca Perrone

  • Cultura, Ambiente & Pets

    Messinese trasferita a Roma per gli studi prima in Scienze della Comunicazione Sociale presso l'Università Pontificia Salesiana, con una tesi su "Coco Chanel e la rivoluzione negli abiti femminili", poi per la specializzazione in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo alla Sapienza. Collabora con l'Agenzia ErregiMedia, curando rassegne stampa nel settore dei rally e dell'automobilismo. La sue passioni più grandi sono la scrittura, la moda e la cultura.
    Responsabile dei blog di VelvetMAG: VelvetPets (www.velvetpets.it) sulle curiosità del mondo animale e di BIOPIANETA (www.biopianeta.it) sui temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità.

Back to top button
Privacy