Coronavirus

Coronavirus, l’Europa si mobilita: “Contro la crisi 2770 miliardi”

Ad oggi l’Ue, e cioè le istituzioni europee e gli Stati membri, hanno mobilitato 2.770 miliardi di euro. È la più ampia risposta finanziaria ad una crisi europea mai data nella storia”. Lo ha detto la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen (foto in alto), secondo quanto riporta online l’Ansa.

Fondo contro la disoccupazione

Per aiutare i Paesi più colpiti dal coronavirus come Spagna e Italia la Commissione europea conferma la proposta di un fondo anti-disoccupazione, chiamato SURE. Un maxi stanziamento “che potrà mobilitare 100 miliardi di crediti, sulla base di garanzie messe a disposizione dagli Stati membri, per 25 miliardi. L’iniziativa sarà presentata all’Eurogruppo e confido che sarà adottata velocemente”, ha ribadito la presidente della Von der Leyen.

“Troppi egoismi, ora basta”

“Oggi l’Europa si mobilita al fianco dell’Italia, ma va riconosciuto che nei primi giorni della crisi, di fronte al bisogno di una risposta comune, in troppi hanno pensato solo ai problemi di casa propria. La riflessione è della presidente della commissione Ue Ursula Von der Leyen in una lettera a La Repubblica.

Le proposte della Francia…

Sull’emergenza interviene anche il ministro dell’Economia francese, Bruno Le Maire. “La Ue deve usare tutti gli strumenti – afferma -. Attivando il Mes senza stigma e con condizionalità light, cosa che dovremmo essere in grado di decidere all’Eurogruppo”. Tuttavia, precisa, oltre alla risposta immediata che comprende anche Bei (Banca europea d’investimenti) e schema anti-disoccupazione, dobbiamo “riflettere su strumenti a lungo termine” per ripartire dopo la crisi. “Dobbiamo mettere insieme risorse, perciò la Francia ha proposto di creare un fondo temporaneo che emette bond garantiti dagli Stati”.

…e quella dell’Olanda

E arriva una proposta anche dall’Olanda. Il premier Mark Rutte sta lavorando a una proposta per un Fondo di emergenza Covid-19 per aiutare gli Stati membri più colpiti dalla pandemia. Questo perché possano far fronte alle spese legate all’emergenza sanitaria, senza alcuna condizionalità. I Paesi Bassi – pronti a contribuire con un miliardo di euro – presenteranno l’iniziativa al prossimo Eurogruppo. Lo spiegano fonti diplomatiche all’Ansa. L’iniziativa è stata presentata al Parlamento olandese per una prima discussione.

“Enorme l’impatto della crisi”

“L’impatto” del coronavirus “sulle nostre economie sarà enorme e dobbiamo pensare anche al dopo, quando il mondo sarà molto diverso”, ha sottolineato il commissario europeo al mercato interno, Thierry Breton. “L’Europa ha imparato molto dalla crisi del 2008 – ha aggiunto -. Alla fine ci sarà solamente una parola che dovremo ricordare: solidarietà”.

Il ministro francese dell’Economia, Bruno Le Maire

Domenico Coviello

Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze, come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione Internet de “La Nazione”, “Il Giorno” e “Il Resto del Carlino”, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni, sempre su Internet, all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a “City”, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli – Corriere della Sera. Un passaggio alla “Gazzetta dello Sport” a Roma, e al desk del “Corriere Fiorentino”, il dorso toscano del “Corriere della Sera”, poi di nuovo su Internet per il sito di news “FirenzePost”. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma, e da qui l’approdo a “Velvet Mag”. Ha collaborato a “Vanity Fair”.
Back to top button
Privacy